Tutti i Bonus e le agevolazioni che spettano a chi ha superato i 65 anni: sono più di quanto pensi

Chi ha più di 65 anni può godere di importanti agevolazioni, lo sapevi? Sono più di quelle che comunemente pensiamo, ecco di cosa si tratta.

Il peso nella società della fascia più anziana della popolazione è sempre più significativo. Basti pensare a un dato: a partire dall’unità d’Italia (1861) gli over 65 sono passati dal 4,2% al 23,8% della popolazione.

A quali bonus hanno diritto gli over 65
Agevolazioni e bonus per gli over 65: ecco quali sono – arabonormannaunesco.it

Anche dal punto di vista economico quelli che sono stati ribattezzati “longennials” incidono in maniera importante. Secondo un recente rapporto di Assolombarda dai senior arriva circa un quarto della spesa totale delle famiglie italiane (oltre 184 miliardi di euro).

Da qui la necessità, come spiega a Il Messaggero Cecilia Tomassini, professoressa ordinaria di Demografia all’Università del Molise, nonché presidente dell’Aisp, l’associazione italiana per gli studi di popolazione, di cercare «di aumentare la partecipazione degli anziani al mondo del lavoro, valutando preferenze individuali, capacità e condizioni di salute».

Bonus e agevolazioni per gli over 65, ecco quali sono

In generale, aggiunge sempre Tomassini, «le nuove generazioni di anziani sono molto più istruite rispetto alle precedenti, e anche più benestanti». Oggi chi ha compiuto 65 anni può godere di determinate agevolazioni in campo sanitario, vediamo le principali.

Agevolazioni per gli anziani over 65
Ecco quali sono le agevolazioni in campo sanitario per chi ha compiuto 65 anni – arabonormannaunesco.it

Gli over 65 ad esempio sono esentati dal pagamento del ticket necessario per le visite mediche e per l’acquisto di farmaci a partire da una certa soglia Isee. Attenzione però alla comunicazione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. L’esenzione dal ticket sanitario su visite mediche e farmaci spetta alle famiglie con un reddito annuale non superiore a 36.151,98 euro.

Il ticket, lo ricordiamo, serve per accedere a tutti gli esami specialistici, di diagnostica e laboratorio, per le prestazioni eseguite al pronto soccorso e per le cure termali: in tutti questi casi si potrà accedere gratuitamente alle cure mediche. Come ricordato dal Ministero della Salute, in Italia il ticket è in vigore dal 1982 e copre tanto l’acquisto dei farmaci necessari quanto tutte le altre spese mediche.

Chi rientra nella fascia prevista per l’esenzione non deve fare nulla per farsi riconoscere questo diritto. Il riconoscimento avviene in maniera automatica tramite l’Agenzia delle Entrate, a conoscenza del reddito familiare. Può succedere però che l’Agenzia non comunichi i dati all’Asl territoriale di competenza (non ne ha l’obbligo). In questo caso gli over 65 dovranno fare ogni anno richiesta – di persona o per via telefonica – prima del 31 marzo.

Impostazioni privacy