Tumore alla gola, il sintomo più comune è il più importante: ecco a cosa fare particolare attenzione

Il tumore alla gola è una patologia di cui si parla poco, ma da non sottovalutare. C’è un sintomo che dovrebbe mettere in allarme.

Essere attenti alla propria salute non può che essere importante, ben sapendo come questo passi innanzitutto da uno stile di vita sano e, se possibile, scrupoloso. Determinante può essere quindi l’attenzione a quello che si mangia, oltre a praticare se possibile anche attività fisica in modo costante (può bastare anche una camminata di una quindicina di minuti al giorno).

tumore alla gola sintnmo comune
Il tumore alla gola è una patologia da non sottovalutare – Arabonormannaunesco.it

La prevenzione è fondamentale, è bene ricordarlo. Sottoporsi a controlli periodici può essere determinante, così da individuare la presenza di eventuali patologie quando sono ancora a una fase iniziale e possono essere così curate più facilmente. Questo vale anche per il tumore alla gola, malattia di cui si parla poco, ma che non dovrebbe mai essere sottovalutata.

Tumore alla gola: una malattia da non sottovalutare

La medicina negli ultimi tempi ha certamente fatto passi da gigante, aumentando le possibilità di guarigione per malattie che fino a qualche tempo fa venivano considerate quasi una condanna a morte al momento della diagnosi. Lasciarsi condizionare dalla paura ed evitare di sottoporsi a controlli se si dovessero notare eventuali segnali di malessere può essere però un grave errore.

tumore alla gola sintnmo comune
Occhio all’abbassamento di voce costante – Foto. Arabonrmannaunesco.it

Ci sono però delle patologie che, pur essendo diffuse, vengono nominate raramente, come il tumore alla gola, che può colpire laringe, faringe e tonsille palatine. A livello mondiale, secondo i numeri diffusi dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, i tumori della faringe e della laringe rappresentano rappresentano il 4% circa di tutte le neoplasie maligne diagnosticate negli uomini e l’1% di quelli che colpiscono le donne.

Prestare attenzione ai sintomi che possono essere ricondotti a questo tipo di problema può essere cruciale, così da parlarne con il medico e fare controlli specifici. Uno di questi può essere ritenuto “normale” ma non sempre lo è: l’abbassamento di voce immotivato e persistente, specie se dura da più di due settimane.

Tra gli altri segnali ci sono poi il dolore, che a volte colpisce anche l’orecchio, il cambio del tono di voce, difficoltà nella deglutizione, gonfiore ai linfonodi e del collo. Molte volte si può percepire come se si avesse un corpo estraneo all’interno della gola che può generare fastidio, oltre a difficoltà respiratorie nelle forme più avanzate.

Ci sono diversi fattori di rischio che possono aumentare le possibilità di una diagnosi favorevole, tra cui l’abuso di fumo e alcol, l’età avanzata, una dieta povera di ortaggi e frutta, l’esposizione a polveri, fumi e sostanze tossiche e le infezioni da papilloma virus.

Il trattamento chirurgico previsto in questi casi può portare all’asportazione totale o parziale delle corde vocali, solo raramente a chemioterapia e radioterapia. Se invece il tumore alla gola dovesse essersi già diffuso ai linfonodi, potrebbero essere necessaria la rimozione della laringe.

Impostazioni privacy