Se noti questo dettaglio quando vai in bagno forse è tempo di correre dal medico: non aspettare

È bene prestare attenzione a cosa accade quando si va in bagno, un dettaglio in particolare dovrebbe spingere ad andare dal medico.

Ogni giorno andiamo in bagno più volte, è più che normale, si tratta però di un’azione talmente standardizzata e abituale da farla senza pensarci troppo e senza prestare attenzione a quello che accade. In realtà, essere troppo superficiali può rappresentare una mossa sbagliata, specialmente per chi vuole essere attento alla propria salute.

andare in bagno segnale da guardare
È bene prestare attenzione a cosa accade quando si va in bagno – Foto | Arabonormannaunesco.it

È infatti importante prestare attenzione anche a quei piccoli dettagli che ci manda il nostro corpo, ben sapendo che è da questi che si può capire se si stia bene o si stia sviluppando una situazione di malessere. Se si nota qualcosa di inconsueto è bene prendere contatto con il proprio medico di fiducia, che non può che essere la persona più adatta a valutare cosa fare, essendo a conoscenza della storia clinica di ogni paziente.

Controlla questo quando vai in bagno: non sottovalutare il problema

Ma quale sarebbe il segno a cui dovremmo prestare attenzione quando si va in bagno e che può essere un indicatore di un malessere? Il riferimento è a qualcosa a cui raramente badiamo, a meno che non siamo costretti a fare un esame specifico e a recarci in un laboratorio per effettuare analisi. Ognuno di noi dovrebbe in realtà osservare, almeno periodicamente, il colore della sua urina, ben sapendo come questa possa essere uno specchietto importante per dare indicazioni in merito al nostro stato di salute. Se questa dovesse essere più scura del consueto e con un odore forte, si ha la quasi certezza di essere in uno stato di disidratazione, che sarebbe raccomandabile ovviamente sempre evitare. Tra gli altri sintomi che si potrebbero notare ci sono poi secchezza delle fauci e della lingua, oltre a difficoltà di concentrazione e nel movimento,

Essere idratati diventa infatti fondamentale sempre se ci si vuole sentire in forma, a maggior ragione quando il caldo è forte e si possono perdere facilmente le forze. In questo periodo dell’anno diventa ancora più determinante bere di più (in genere sono consigliati 1,5-2 litri di acqua al giorno). Si dovrebbe inoltre sostituire l’uso di bevande amate da tutti, quali tè, caffè, alcolici, bibite zuccherate con l’acqua, così da aumentare la quantità anche per chi solitamente è riluttante.

andare in bagno segnale da guardare
È bene bere costantemente nell’arco della giornata – Foto | Arabornormannaunesco.it

Molti non lo sanno, ma tendiamo a bere quando avvertiamo la sete, questo è però in realtà già un indizio di uno stato di disidratazione che sta iniziando, per questo sarebbe bene farlo già prima. Certamente bere almeno una bottiglia nell’arco di 24 ore può essere complesso, ma cercando di diluire il consumo nell’arco della giornata, prendendo un bicchiere o due ogni paio d’ore può facilitare il compito. Altrettanto utili possono essere i succhi di frutta (non zuccherati), il latte e i frullati, così da correre ai ripari prima di arrivare alla vera mancanza di liquidi.

Se non si dovesse riuscire ad agire in tempo, soprattutto se la disidratazione è conseguenza di vomito e diarrea, è consigliabile aggiungere sali minerali all’acqua o acquistare soluzioni reidratanti in farma.

Gestione cookie