Questa favolosa opera di ingegneria si trova in Italia: quasi nessuno la conosce ed é un vero peccato

In Italia c’è un’opera d’ingegneria di altissimo livello storico-artistico. La conoscono in pochi, ma è fra le migliori al mondo

Il nostro Paese, durante i secoli, è stato uno dei territori preferiti da parte di architetti e artisti di altissimo livello internazionale. Ciò è dovuto agli ingenti fondi accumulati da parte di case nobiliari, dalla chiesa di Roma e nuovi ricchi, i quali hanno permesso di poter commissionare alcuni lavori di altissimo prestigio.

Opera d'ingegneria strepitosa italiana
Favolosa opera d’ingegneria italiana – Arabonormannaunesco.it

Fra questi, vi è un’opera d’ingegneria fra le migliori al mondo ma, purtroppo, è poco conosciuta ai più. Si trova a Fontanellato, in provincia di Parma, ed è parte integrante della proprietà del collezionista e editore Franco Maria Ricci. Quest’ultimo, nel tempo, ha prima ideato, poi sviluppato il progetto con il sostegno degli architetti Pier Carlo Bontempi e Davide Dutto. Questi personaggi hanno dato sfogo a tutta la loro fantasia, basata su qualcosa di proveniente dai tempi più remoti.

In particolar modo, hanno costruito il labirinto più grande di tutto il mondo, il quale si estende su un piano di sette ettari di terreno e che sta a simboleggiare tutta la fatica derivante dai percorsi che la vita pone di fronte all’umanità. Fondamentalmente, sprigiona tutta la volontà dell’essere umano di trovare una via d’uscita in ogni situazione, anche la più scabrosa, che gli si presenti dinnanzi al suo percorso esistenziale.

Cosa aspettarsi da questa opera ingegneristica

I labirinti provengono dai tempi più antichi, dato che gli archeologi hanno trovato la loro rappresentazione in varie incisioni rupestri. Ne compare uno anche nel mito greco riguardante Minosse, il famoso re di Creta, il quale incaricò Dedalo di costruire un labirinto capace di poter imprigionare il Minotauro che lo terrorizzava.

Il labirinto italiano più grande al mondo
Il Labirinto della Masone (Tripadvisor.it) – Arabonormannaunesco.it

Il labirinto più grande esistente al mondo odierno, invece, è quello di Masone, è stato realizzato utilizzando trecentomila piante di bambù, ma di specie diverse tra loro. Si ispira a percorsi geometrici che sono stati raffigurati negli antichi mosaici romani, possiede una pianta a forma di stella, ospita degli spazi culturali estesi in un’area che supera i cinquemila metri quadri.

Ultimamente il Labirinto di Masone è stato aperto ai visitatori, i quali potranno vedere le circa 500 opere d’arte di Franco Maria Ricci, particolarmente importanti e suggestive per il fatto che sono state create dal Cinquecento al Novecento. Inoltre, vi è anche una biblioteca con illustri opere tipografiche e grafiche. Questo affascinante luogo è stato creato nel 2015 e ospita mostre temporanee, presentazioni, concerti e conferenze; inoltre, possiede un museo facente parte dell’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli.

Impostazioni privacy