“Otto ore di operazione, placche e chiodi in titanio”, la corsa in sala operatoria. Dramma Royal Family

Continuano i drammi nella Royal Family, che sta tremando sempre di più in questo ultimo periodo. Ecco cosa è successo adesso.

Quello che sta vivendo la monarchia britannica è sicuramente uno dei periodi più bui della storia. Tutto è iniziato con la morte della Regina Elisabetta II, scomparsa dopo 70 anni di regno e la cui dipartita ha lasciato un vuoto enorme in milioni di persone. Carlo è stato quindi incoronato Re, Camilla Regina e William e Kate Principe e Principessa del Galles. Qualche tempo dopo, è però iniziato un vero e proprio caos nel Palazzo Reale, dato che sia il sovrano che la Middleton hanno ricevuto la diagnosi di cancro e hanno iniziato le cure per sconfiggere questa malattia.

dramma per la royal family
Royal Family, la corsa in ospedale (foto: Ansa) arabonormannounesco.it

Dopo diversi giorni difficili, è adesso arrivato un nuovo dramma che riguarda un componente molto amato della Famiglia Reale.

Nuova corsa in ospedale: paura per la Principessa

In queste ore è diventata virale una fotografia che ha pubblicato Eugenia di York, la cugina di William e Harry che è anche lei molto amata dai sudditi. In occasione della Giornata Mondiale a favore della sensibilizzazione della scoliosi, la reale ha fatto sapere di aver avuto anche lei problemi con questo disturbo e ha quindi mostrato la sua cicatrice sulla schiena, che era in bella vista anche durante le sue nozze. “Volevo solo condividere la mia cicatrice“, ha infatti scritto la donna, “e incoraggiare chiunque là fuori abbia passato qualcosa di simile a condividere le proprie con me. Siamo orgogliosi delle nostre cicatrici“.

eugenie di york in ospedale
Eugenie di York, il dramma improvviso (foto IG Eugenie) arabonormannounesco.it

In molti si sono quindi chiesti cosa fosse successo in passato a Eugenia, e si è scoperto che tutto accadde quando lei aveva solo 12 anni. All’epoca le fu diagnosticata una scoliosi grave, che la costrinse a sottoporsi a otto ore di operazione, durante le quale le furono inseriti nella schiena placche e chiodi in titanio in modo da raddrizzare la curvatura anomala. Ha inoltre vissuto tre giorni di terapia intensiva, una settimana di ricovero e sei giorni sulla sedia a rotelle. Un processo, questo, che le ha fortunatamente poi permesso di tornare a camminare normalmente.

Il mio pensiero è per voi in questa giornata di consapevolezza sulla scoliosi“, ha infine concluso lei rivolgendosi a tutti coloro che stanno vivendo la stessa malattia e che si trovano nella sua stessa situazione. Delle parole, queste, che hanno evidenziato ancora una volta la forza e il coraggio di questa donna, che è sempre stata amata da tutti i britannici e che non ha mai perso occasione di esprimere tutto il suo affetto nei loro confronti.

Gestione cookie