Inside Out 2 ha un alto valore educativo: ecco cosa ci insegna sull’ansia il capolavoro Pixar

Se ne sta parlando da giorni, una vera rivoluzione sui social network: il cartone Inside Out 2 della Pixar insegna come gestire l’ansia.

Ansia e depressione sono le malattie del nuovo secolo. Lo psicanalista Massimo Recalcati parla di ‘nuove melanconie’, come reazione a una chiusura al mondo esterno, dovuta alla troppa ansia suscitata dal vivere l’incertezza del tempo. Le generazioni più giovani sono le più fragili: abituate a vivere in una condizione di benessere, con tutti i comfort delle nostre vite 2.0, non riescono più ad affrontare i drammi del reale, quelli che la vita ci pone davanti quotidianamente.

attenzione all’ansia: inside out 2 racconta come affrontarla
Inside out 2 insegna le emozioni – Fonte: Pixar -arabonormannaunesco.it

Questa mancanza di fiducia nel futuro e in generale nei contesti esterni, porta i ragazzi a evitare la vita sociale, preferendo l’isolamento. Disney Pixar ha saputo interpretare le insicurezze dell’epoca, e trasformarle in un cartone animato adatto a tutte le età.

Inside out 2 è il continuo del primo capitolo che aveva visto il racconto delle emozioni principali: come rabbia, tristezza e felicità, ma nel secondo capitolo si dà spazio alle emozioni di cui di solito non si parla, come per esempio l’invalidante ansia.

Inside out 2, il film d’animazione che insegna come gestire le emozioni complesse

In generale quando si soffre d’ansia, il primo approccio è sempre il negazionismo: far finta che non esista. Solo quando poi le sintomatiche aumentano e diventa una patologia invalidante allora si è costretti ad agire. Ma perché allora non ascoltare i primi segnali? Inside out 2 preme su questo punto cercando di spiegare a grandi e piccoli perché l’ansia si generi e come affrontarla nel modo giusto.

il nuovo film disney pixar racconta le emozioni
INSIDE OUT 2, salvarsi dall’ansia è possibile – Fonte: Pixar – arabonormannaunesco.it

Uno degli insegnamenti più importanti che il film trasmette è che l’ansia è una parte naturale della vita e non dovrebbe essere ignorata. Ignorare piccoli problemi o preoccupazioni può portare a conseguenze peggiori nel futuro più prossimo. Il film d’animazione spiega anche che è normale e sano provare una vasta gamma di emozioni.

Non bisogna reprimere queste sensazioni, ma piuttosto riconoscerle e accettarle perché fanno parte del processo di crescita, e anche una volta diventati adulti fanno parte della lotta quotidiana alle sfide della vita: imparare a riconoscerle e gestirle significa prendere piena consapevolezza del sé.

Riley è un personaggio esempio per i bambini perché attraverso la sua esperienza, spiega come affrontare le emozioni più complesse: spesso le provano ma non sanno di cosa si tratta, il film invece mostra loro che è nella ’norma’ provarle nonostante tutti cerchino di ignorarle e non ne parlino mai.

Gestione cookie