Ferrari beffata, mazzata ufficiale della Mercedes: svolta in F1

Aspettando il via della stagione in Formula 1, la Mercedes ha preso una decisione importante che interessa anche gli altri team, Ferrari compresa

Chi riuscirà ad impedire il poker di Max Verstappen e della Red Bull? Con questa domanda ci stiamo avvicinando al via della stagione 2024 in Formula 1. La risposta sembra chiara e scontata ma gli altri team non stanno a guardare e la Mercedes ha appena messo a segno un colpo che sa di avvertimento per le rivali.

Mercedes conferma Allison addio ritorno Ferrari
Hamilton-Leclerc, la sfida tra Mercedes e Ferrari riparte (Ansa) – Arabonormannaunesco.it

Da febbraio capiremo qualcosa in più. L’8 sarà svelata la nuova Red Bull che ha avuto qualche intoppo non superando al primo colpo il crash test per l’omologazione del telaio. Il 13 toccherà alle Ferrari sulla pista di Fiorano mentre il giorno successivo alle Mercedes e alle McLaren.

Giusto in tempo per gli unici test prestagionali programmati in Bahrain dal 21 al 23 febbraio. Poi lo stesso circuito ospiterà anche la prima gara il 2 marzo, seguita la settimana successiva dall’Arabia Saudita. Per rispettare il mese del Ramadan, entrambi i Gran Premi si disputeranno di sabato.

Da lì partirà un ciclo di gare tra Asia e Medio Oriente, con il GP d’Australia, quello del Giappone e il Gran Premio di Cina a Shangai che torna in calendario dopo la pandemia.  Il 19 maggio, con il GP dell’Emilia Romagna che torna dopo l’annullamento del 2023 a causa dell’alluvione comincia la lunga parentesi europea. Ci sarà una sola eccezione, la gara del Canada il 9 giugno.

Altro cambiamento importante: l’Azerbaigian posticipato a settembre. La gara arriverà a metà mese, dopo il Gran Premio d’Italia a Monza. Dal 20 ottobre in poi sono in programma due triplette. La prima comprende Austin, Città del Messico e Interlagos. La seconda invece Las Vegas (di sabato), Losail e Adu Dhabi che chiuderà la stagione domenica 8 dicembre.

La Mercedes ha deciso: è arrivata la conferma ufficiale

In generale le squadre di Formula 1 durante la pausa hanno scelto la linea della continuità. Facile immaginarlo in Red Bull che ha confermato Helmut Marko. Ma è stato così in realtà anche per molte delle rivali.

La campagna acquisti massiccia in casa Ferrari, che molti si aspettavano dopo l’arrivo di Frederic Vasseur come team principal, in realtà non è ancora cominciata. Al momento il tema più urgente è quello di provare in pista la nuova monoposto e rinnovare i contratti in scadenza di  Charles Leclerc e Carlos Sainz.

Ferrari beffata, mazzata ufficiale della Mercedes: svolta in F1
James Allison, passato a Maranello e presente/futuro in Mercedes (Ansa) – Arabonormannaunesco.it

Intanto però c’è chi ha fatto altre mosse. Come la Mercedes che ha deciso di blindare una delle sue stelle. Dopo il rinnovo di contratto come team principal per Toto Wolff almeno fino al 2026, ora tocca a James Allison.

Il 55enne ingegnere britannico era tornato al suo ruolo di direttore tecnico la scorsa primavera dopo essere stato prestato al progetto INEOS Britannia per l’America’s Cup di vela. E così sarà anche per i prossimi anni, inutile illudersi in un suo ritorno a Maranello.

Allison è in Mercedes dal 2017, ma molti ricordano il suo passato vincente in altre scuderie. Aveva cominciato negli anni ’90 come progettista aerodinamico alla Benetton e anche grazie a lui erano arrivati i primi due titoli mondiali di Michael Schumacher. Nel 2000 si erano ritrovati in Ferrari e anche qui si era occupato di aerodinamica in pista, vincendo 5 titoli.

Poi in Renault, dal 2005, anche quando il team è stato sostituito dalla Lotus. Nel 2013 il ritorno a Maranello fino al 2016, prima di lasciare il lavoro alcuni mesi per motivi personali. Ma l’anno successivo è stato assunto dalla Mercedes. Ora la storia va avanti.

Impostazioni privacy