Familiari a carico nel modello 730: cosa sapere per compilare correttamente il modulo

Quali familiari sono considerati fiscalmente a carico? Ecco cosa sapere per compilare correttamente il modello 730.

Compilare correttamente il prospetto familiari a carico in sede di dichiarazione dei redditi è fondamentale per poter beneficiare delle varie detrazioni. Ecco come funziona.

Modello 730, come compilarlo
Familiari a carico nel modello 730 (arabonormannaunesco.it)

Lavoro, famiglia e impegni vari riempiono continuamente le nostre giornate. Se tutto questo non bastasse, la macchina amministrativa non si ferma mai e per questo motivo dobbiamo stare attenti ai vari adempimenti che siamo chiamati a svolgere.

Tra questi c’è la dichiarazione dei redditi, un adempimento burocratico che non bisogna assolutamente sottovalutare, onde evitare di incorrere in spiacevoli conseguenze. In particolare si  consiglia di prestare attenzione al prospetto familiari a carico in modo tale da poter beneficiare delle relative detrazioni.

Familiari a carico nel modello 730, cosa sapere per compilare correttamente il modulo: occhio ai limiti reddituali

Grazie al modello 730 è possibile detrarre le spese sostenute nel corso dell’’anno precedente per sé stessi oppure per soggetti fiscalmente a carico. Proprio soffermandosi su quest’ultimi si invita a prestare attenzione al relativo prospetto e ad avere l’accortezza di inserire e compilare tutti i campi richiesti.

Modello 730, come compilarlo
Come compilare correttamente il Modello 730 (arabonormannaunesco.it)

Entrando nei dettagli, come si legge sul sito dell’Agenzia delle Entrate: Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2022 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili. Sono considerati fiscalmente a carico i figli di età non superiore a 24 anni che nel 2022 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 4.000 euro, al lordo degli oneri deducibili”.

Dal punto di vista pratico, nel rigo 1 del prospetto familiari a carico si deve far riferimento all’eventuale coniuge. Nella colonna 4 deve essere inserito il relativo codice fiscale, anche se non fiscalmente a carico. Nella colonna 5, invece, bisogna inserire il numero degli eventuali mesi a carico. Per quanto concerne i figli, bisogna prendere in considerazione il rigo 2 e ricordarsi di barrare la casella F1 nel caso in cui si tratti del primo figlio. Bisogna barrare la casella F, invece, per i figli successivi al primo.

Anche in questo caso bisogna indicare il codice fiscale e il numero dei mesi effettivamente a carico. Grazie alla colonna 6, inoltre, è possibile specificare se si tratta di un figlio con un’età inferiore a tre anni. La colonna 7, invece, serve a indicare la percentuale di detrazione a cui si ha diritto. Tra gli altri elementi da non sottovalutare, poi, ci sono la casella A che indica un altro familiare a carico, mentre la casella D fa riferimento ad un figlio affetto da disabilità.

Impostazioni privacy