Eleonora Giorgi, piangono tutti per le sue parole: “Non mi arrendo”

Eleonora Giorgi torna a parlare della malattia che l’ha colpita e delle cure che deve affrontare. L’attrice: “Non mi arrendo”.

Eleonora Giorgi ad ottobre ha scoperto di avere un tumore al pancreas, uno dei più aggressivi e con mortalità più alta. Per puro caso mentre stava effettuando una mammografia, la sua tosse ha insospettito il dottore che l’ha invitata a fare dei controlli più approfonditi.

Eleonora Giorgi: tutti piangono per le sue parole
Tutti piangono per le parole di Eleonora Giorgi (Instagram @eleonoragiorgiofficial) – arabonormannaunesco.it

Circondata dall’amore dei suoi figli, Andrea e Paolo, delle sue nuore, del suo ex marito Massimo Ciavarro e del suo piccolo nipotino Gabriele, Eleonora ha iniziato a combattere e si sottoporrà a nuovi cicli di chemioterapia per terminare tutto alla fine di giugno quando l’attende un momento felice, il matrimonio di suo figlio Paolo con la compagna Clizia Incorvaia. 

Le parole di Eleonora Giorgi commuovono tutti: “Non mi arrendo”

Eleonora Giorgi si è mostrata molto forte nonostante la diagnosi. In un’intervista a Gente ha dichiarato di voler “proporre un’immagine solare per essere di conforto e di stimolo a chi sta affrontando un tumore”. L’attrice è convinta che la testa aiuti molto in questi momenti e che guardare con coraggio al futuro sia una terapia. 

Eleonora Giorgi: l'attrice non si arrende e lotta contro la malattia
L’attrice Eleonora Giorgi non si arrende e lotta contro la malattia (Instagram @eleonoragiorgiofficial) – arabonormannaunesco.it

La Giorgi non si arrende anche perché ha sempre vissuto a pieno la vita sia nei momenti belli che in quelli più difficili e non vuole mollare proprio ora. Vuole vedere suo nipote Gabriele crescere, vuole accompagnare anche suo figlio Paolo all’altare come ha fatto per l’altro figlio, Andrea, lo scorso 2 maggio. L’amore delle persone che ha accanto la stanno aiutando a non arrendersi.

Sono diventata fatalista e di indole, per fortuna, sono resistente: mi deriva da mia mamma e mia nonna austroungariche, che mi hanno cresciuta severamente” ha continuato la Giorgi. Anche se a volte piange “per reazione biochimica” perché si sforza di mangiare, anche se non le va, si sta riprendendo bene dalle cure. 

L’intervento a cui si è sottoposta è andato bene e anche se a volte sente come una mina in pancia, non si scoraggia. Le parole dell’oncologo la confortano in quanto la sua risposta è stata perfetta. Eleonora è pronta ad affrontare il nuovo ciclo di chemio per scongiurare la possibilità che il tumore attecchisca altrove. Alla fine di giugno, quando finirà le cure, la attende un lieto evento, il matrimonio di Paolo e Clizia, che per lei è una “bella prospettiva”. 

Impostazioni privacy