È morto il protagonista di una Big, lutto nel calcio

Mondo del calcio scosso dalla notizia di un decesso improvviso che ha scosso gli appassionati: nessuno dei tifosi lo poteva immaginare

Il mondo dello sport è ricco di grandi personaggi che, a loro modo, hanno segnato una o più epoche. Ancora una volta però il calcio deve confrontarsi con una morte improvvisa e inattesa che ha portato via uno dei protagonisti del calcio nazionale.

Morte presidente Hertha Berlino
Terribile lutto nel mondo del calcio – Arabonormannaunesco.it

Succede in Germania, ancora scossa per il decesso di uno dei suoi simboli calcistici, forse uno degli ultimi rimasti. Franz Beckenbauer era malato da tempo ma non per questo la notizia è stata facile da digerire per tuitti, anche chi non ha mai tifato Bayern. I funerali del Kaiser, per volontà della famiglia, si sono già svolti in forma strettamente privata a Monaco, presso il cimitero Perlacher Forst vicino al quartiere nel quale era nato e cresciuto. Poi è stato sepolto in un terreno di famiglia, di fianco alla tomba di suo figlio Stephan che era morto nel 2015 all’età di 46 anni.

Solo i familiari più stretti sono stati ammessi, tenendo anche la stampa lontana per rispettare quello che era il suo desiderio. Non mancherà però una celebrazione pubblica da parte del suo storico club. Lui ha sempre giocato all’Olympiastadion di Monaco ma questa volta toccherà all’Allianz Arena che è da anni la nuova casa dei bavaresi. Una commemorazione dedicata ai tifosi, aperta a loro, con tutti i più grandi simboli del calcio tedesco e non solo.

Lutto nel calcio, la morte improvvisa ha scosso un intero Paese

Appena il tempo di somatizzare questo tragico addio e la Germania è stata scossa da un nuovo gravissimo lutto. Improvvisamente, a soli a 43 anni, è venuto a mancare il presidente di un grande club con una storia davvero particolare.

Si tratta di Kay Bernstein, presidente dell’Hertha Berlino, nobile decaduta dopo la retrocessione in Zweite Bundesliga della passata stagione. Tifoso da sempre del club, nel 1998 era stato uno dei promotori per la nascita del gruppo ultrà Harlekins Berlin. E dalla curva più calda dello Stadio Olimpico di Berlino era lui a far partire i cori.

Morte presidente Hertha Berlino
Kay Bernstein aveva soli 43 anni – Arabonormannaunesco.it

Il 26 giugno 2022, l’apoteosi. Presentatosi come candidato alla presidenza dell’Hertha, ha ricevuto 1.670 voti battendo un politico della Cdu, Frank Steffel. Un messaggio chiaro lanciato a tutte le altre società: anche un tifoso può diventare presidente.

Da allora è riuscito a concludere un accordo da 100 milioni di euro con 777 Partner e adesso stava cercando di risollevare il club dopo la retrocessione. In realtà per ora i berlinesi viaggiano al settimo posto dopo 17 giornate, non certo il piazzamento atteso a inizio stagione.

L’Hertha Berlino ha chiesto di “rispettare la privacy della famiglia a seguito di questo terribile evento”. Per questo non sono state comunicate le cause del decesso di Bernstein, anche se il quotidiano Berliner Zeitung ha spiegato che il giorno del decesso un’ambulanza è arrivata di corsa a casa del Presidente che lascia una compagna e una figlia.

Impostazioni privacy