Disturbi del sonno e dell’umore, sono i primi sintomi di una seria patologia che colpisce le donne

I disturbi del sonno e frequenti sbalzi di umore sono spesso etichettati come sintomi banali, ma potrebbero nascondere ben altro per le donne.

Ci sono eventi che proprio non ti aspetti nel corso della vita, ma che possono cambiare all’improvviso i piani e il percorso di una persona. Non stiamo parlando solo di patologie serie, il cancro o malattie croniche, ma eventi fisiologici da cui è scandito il bio ritmo dell’esistenza di ognuno di noi e con cui, prima o poi, si devono fare i conti.

cause disturbi sonno e umore
Non sottovalutare i disturbi del sonno e dell’umore – arabonormannaunesco.it

A volte, però, quando i tempi sono totalmente diversi da quelli attesi, possono portare a eventi inaspettati e che devono essere trattati come dei veri e propri disturbi, proprio perché hanno un esordio precoce e improvviso. Proprio per questa ragione, i frequenti disturbi del sonno, che vanno da semplici risvegli notturni alla difficoltà ad addormentarsi, e anche gli sbalzi di umore che ognuno di noi può provare in determinati momenti, in certi casi non vanno considerati come episodi normali e a sé stanti, ma inseriti in un quadro più ampio.

In questo caso, stiamo parlando della menopausa precoce. In media, a livello fisiologico, si verifica a 51 anni d’età ed è un evento che tutte le donne devono vivere, ma quando l’esordio è molto anticipato, addirittura prima dei 40 anni, allora i medici lo classificano come un disturbo vero e proprio e che interessa sempre più ragazze.

Menopausa precoce, a cosa è dovuta e cosa bisogna fare

Ecco che ritornano quelle difficoltà a dormire, ma anche disturbi dell’umore, assenza di mestruazioni o flusso spotting, ma anche osteoporosi, infiammazione della mucosa vaginale e, a volte, anche tachicardia, pelle secca e caduta dei capelli: questi sono tutti i sintomi che una donna che sta vivendo la menopausa precoce soffre.

menopausa precoce: cosa è e come diagnosticarla
Cosa è la menopausa precoce, chi colpisce e quali sono i sintomi – arabonormannaunesco.it

Una ricerca del Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism ha valutato oltre 25mila donne e determinato che l’inquinamento ambientale è la prima causa, mentre le ultime statistiche in Italia evidenziano che ora la patisce il 5% della popolazione femminile.

Bisogna innanzitutto parlarne con il proprio medico, che procederà con i prelievi del sangue, valutando i livelli di estradiolo, le gonadotropine, l’FSH e, in generale, gli estrogeni. Di solito, la menopausa precoce dipende proprio da ormoni carenti, ma vanno esclusi gravidanza e patologie autoimmuni. Se la donna che accusa il problema non desidera una gravidanza, il medico indicherà una terapia sostitutiva estroprogestinica, applicabile fino a circa 51 anni. Se invece, la donna desidera una gravidanza, si tenta la fecondazione di ovociti in vitro.

Gestione cookie