Carolyn Smith, la battaglia non è finita: quello che abbiamo saputo è da brividi

La coreografa Carolyn Smith è sempre in prima linea contro il cancro: ecco l’ultima iniziativa della presidente di giuria di “Ballando con le Stelle”. 

Combattiva e positiva, esuberante e resiliente: passano gli anni, la malattia resta, ma Carolyn Smith non perde quella carica energica che fa di lei un esempio per tutti i malati di cancro (e non solo). La celebre coreografa, nonché presidente di giuria di “Ballando con le Stelle” ne ha dato l’ennesimo riprova nei giorni scorsi, in veste di testimonial di un’importante iniziativa.

Carolyn Smith battaglia non finita novità da brividi
Carolyn Smith nei giorni scorsi è stata testimonial di un’importante iniziativa. (Ansafoto – Arabonormannaunesco.it)

A Palazzo Wedeking, nella centralissima Piazza Colonna a Roma, si è svolta la conferenza stampa del gruppo “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, di cui Carolyn Smith è testimonial d’eccezione. L’evento è stato preceduto da un suggestivo photocall davanti a Montecitorio, con la stessa Smith e tutti i promotori con indosso il K-way bianco simbolo dell’iniziativa. Ecco il retroscena.

La nuova lezione di Carolyn Smith

L’evento, accompagnato dal claim #ilcancrononhacolore, ha fatto da sfondo all’arrivo alla Camera di un ddl con proposte migliorative per la vita dei pazienti oncologici e al “World Cancer Day”. E per l’occasione Carolyn Smith, ballerina, coreografa e star televisiva che non ha bisogno di presentazioni, ha raccontato con la serenità e l’ironia che sempre la contraddistinguono la sua esperienza con la malattia. E ha presentato un progetto tutto suo, Dance for Oncology, in cui la danza diventa terapia gratuita.

Carolyn Smith battaglia non finita novità da brividi
Carolyn Smith ha affermato che la sua formazione artistica le è stata di grande aiuto durante la malattia, e proprio per questo desidera condividere la propria esperienza con chi sta vivendo la stessa situazione. (Ansafoto – Arabonormannaunesco.it)

Carolyn Smith si è detta molto onorata di aver partecipato all’evento organizzato dal Gruppo “La Salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, elogiando il lavoro prezioso di chi porta la voce delle “Associazioni pazienti” nelle sedi istituzionali. I pazienti – ha affermato la coreografa d’Oltremanica – devono poter diventare parte attiva e proattiva delle scelte che potranno cambiare la sanità di domani: “È per questo che oggi sono qui: parlo per le tante persone che come me affrontano ogni giorno la malattia. Sono convinta che tra gli interventi psicosociali per migliorare la salute e la qualità di vita dei pazienti rientri anche il mio progetto ‘Dance for Oncology’ perché da ballerina ho potuto verificare personalmente quanto la danza mi abbia aiutato sia a livello fisico che psichico“.

Infine, Carolyn Smith ha ribadito che la sua formazione artistica le è stata di grande aiuto. Proprio per questo desidera condividere la sua esperienza con chi sta vivendo la stessa situazione, certa che gli effetti positivi del ballo siano indiscutibili, per donne e uomini di tutte le età e con percorsi oncologici diversi. La danza diventa così “un modo per aiutare a ritrovare spensieratezza, energia e nuove amicizie”.

Impostazioni privacy