Bonus Figli fino 7.400 euro: promessa mantenuta ma ISEE deve essere entro 44.000 euro

Arriva un grosso bonus per chi fa figli: dopo il calo demografico in Italia si è finalmente presa una decisione per le famiglie?

L’Italia sta attraversando la peggiore crisi demografica di tutti i tempi. Nel 2023 i nati nel Paese sono soltanto 379.000. Per la prima volta negli ultimi 20 anni si scende sotto i 400.000 nati nell’anno. Un vero e proprio disastro, poiché il declino demografico rappresenta un vero e proprio problema sociale su molti fronti. L’Italia diventa dunque uno dei paesi in cui si fanno meno figli e ciò è determinato da molti fattori.

Bonus Figli fino 7.400 euro: promessa mantenuta
Bonus per i figli di 7.400 euro, l’ultima mossa per la natalità (arabonormannaunesco.it)

Uno dei fattori del calo di natalità è dovuto all’invecchiamento della popolazione. Già dagli anni ’90 si è assistito ad un calo demografico e, dunque, la riduzione del numero delle donne fertili. All’invecchiamento della popolazione e alla fine del periodo riproduttivo corrisponde il naturale calo demografico.

Un altro aspetto è quello del welfare che ancora poco aiuta le famiglie che mettono al mondo i figli. Il Governo sta cercando di tamponare la carenza di servizi all’infanzia con una pioggia di bonus.

Bonus per chi ha figli: arriva un’altra misura

E’ arrivato un nuovo bonus indirizzato ai nuclei che hanno figli. Si tratta di un’altra occasione per venire incontro a quelle famiglie che hanno difficoltà economica nel poter far accedere a opportunità nell’istruzione dei propri ragazzi. Questo bonus, però, rispetto ad altri non è rivolto a tutte le famiglie. Perché ci sono dei requisiti stringenti a cui prestare molta attenzione e in questo articolo vi spieghiamo il perché.

Bonus per chi ha figli: arriva un'altra misura
Bonus per chi ha figli, ma ci sono dei requisiti (arabonormannaunesco.it)

Innanzitutto bisogna risiedere in Valle D’Aosta. Il bonus è rivolto alle famiglie che hanno figli all’Università ed è stato erogato dalla Regione. Scade il 16 agosto alle ore 12 e si tratta di contributi a favore di laureati che sono iscritti o che sono stati iscritti a corsi post-universitari. Le borse di studio per questa categoria di studenti possono arrivare anche fino a 7.400 euro e si basano sulla copertura di master universitari di primo livello, secondo, corsi di specializzazione esclusi quelli di area medica.

Il bonus copre anche i corsi di dottorato di ricerca senza borsa e altri corsi o percorsi di formazione, perfezionamento e aggiornamento professionale che attribuiscono almeno 60 CFU per anno. Si partecipa al concorso accedendo al bando, alla pagina della Regione della Valle D’Aosta. Per partecipare, però, ci vuole un ISEE ordinario inferiore ai 44mila euro. Non è un requisito così stringente, in quanto rappresenta le famiglie che hanno un reddito di 3.667 euro al mese. 

Impostazioni privacy