Violente proteste tra i pendolari, la metro si ferma poi l’annuncio shock dagli altoparlanti: cosa è successo

Accusa un malore all’interno della metropolitana. Sporca il treno e i passeggeri sono costretti a scendere dal convoglio.

Sono le 9.00 del mattino, alla stazione della metro B1 Jonio, a Roma. Sono tante le persone che all’interno del convoglio sono in attesa della partenza. Ma accade l’impensabile, il treno non parte e i minuti passano. Nessuno comprende cosa stia succedendo. Fino a quando un annuncio invita tutti i passeggeri a scendere dal treno dato che deve essere pulito.

Violente proteste tra i pendolari, la metro si ferma
Annuncio shock dagli altoparlanti della metro di Roma: cosa è successo – arabonormannaunesco.it

Sembra che all’origine di tutto ci sia stato un malore da parte di un passeggero il quale proprio a causa di questo avrebbe sporcato il treno. I vagoni quindi sarebbero divenuti invivibili anche per gli altri passeggeri. Quindi erano necessari e urgenti una pulizia e igienizzazione del convoglio per riprendere la corsa. Qualcuno ha insinuato che forse il treno necessitava una vera pulizia a priori, forse dimenticata, e non dipendente dall’accaduto del malore.

Dopo l’attesa si riparte

Finalmente il treno, dopo il lavoro di pulizia, riprende la sua corsa. Ma ci sono delle versioni discordanti circa la tempistica. Chi afferma che ci sia voluto un tempo pari a 30 minuti e chi invece dice che in soli 5 minuti è avvenuto il tutto, per poi ripartire senza lunghe attese. Ovviamente tutto questo ha creato molta polemica da parte dei passeggeri che in quell’ora di punta del mattino hanno fretta di raggiungere il luogo di lavoro o studio. In attesa delle operazioni di pulizia, più o meno lunghe, molti passeggeri hanno dovuto sedersi sulla banchina dello scalo. Una situazione insostenibile per molti.

Violente proteste tra i pendolari, la metro si ferma
Minuti di attesa, il convoglio fermo – arabonormannaunesco.it (Credit: IG @metropolitanadiroma)

Qualcuno, esasperato, ha anche cominciato a colpire con i pugni i finestrini del treno, intimando di partire. Tanta rabbia da parte dei numerosi passeggeri pendolari. C’è stato chi gridava, il tempo stava passando e restare 40 minuti sotto la metro era vergognoso. Molti passeggeri si sono anche chiesti: chi risarcisce il tempo perso ai lavoratori?

Va detto e ricordato che le due linee della metro romana B e B1 sono diventate un vero e proprio incubo per i pendolari romani. I treni sono pochi e questo provoca delle attese lunghe, addirittura fino a 20 minuti, che per un servizio veloce di metropolitana è davvero inammissibile. Nonostante le manutenzioni, alcuni convogli della metro continuano ad avere dei guasti. Si attendono quindi i nuovi treni, quelli modello 14Caf, ma bisogna aspettare la data del 2025, anno del Giubileo. Roma si sta facendo bella per accogliere i pellegrini del grande evento religioso, ma funzionerà tutto a dovere?

Impostazioni privacy