Ultim’ora, la Juve cambia allenatore: ufficiale la risoluzione del contratto

La notizia era nell’aria ormai da tempo, ma nessuno si aspettava che la Juventus potesse prendere una decisione nell’immediato: salta la panchina.

Un rapporto di amore e odio quello tra il tecnico e l’ambiente bianconero. All’inizio della sua avventura il suo ingaggio è stato visto dalla tifoseria come un innesto di fiducia, un segno che la dirigenza puntava in alto e voleva riportare la squadra ai massimi livelli, però con il passare del tempo e risultati al di sotto delle aspettative, gli umori sono cambiati e anche il feeling del tecnico con l’ambiente e la squadra si è andato via via degradando.

Esonero improvviso Juventus
Giunta la proverbiale ultima goccia: salta la panchina del tecnico della Juventus – Ansa Foto – arabonormannaunesco.it

D’altronde è noto come il calcio sia un ambiente di lavoro complicato, basato non sulla progettualità a lungo termine o per lo meno non per quanto riguarda le figure che consentano di portare avanti il percorso pensato dalla dirigenza. Calciatori, staff e allenatori sono meri strumenti attraverso i quali le società raggiungono gli obiettivi prefissati, un percorso all’interno del quale non c’è spazio per riconoscenza e nemmeno per la pazienza a lungo termine.

Sono lontani i tempi del Manchester United di Sir Alex Ferguson, quelli in cui c’era la possibilità di sperimentare e sbagliare in vista di un bene più grande, inoltre in Italia una simile mentalità è possibile applicarla alle piccole (vedi l’Atalanta con Gasperini) e mai o quasi alle grandi, dove i risultati sono tutto per fare quadrare i bilanci, ma anche per mantenere l’affetto e il favore del pubblico.

La Juventus cambia allenatore: la decisione inattesa scuote tutto l’ambiente bianconero

Se fino a qualche tempo fa nel calcio femminile c’era maggiore pazienza, tempistiche più clementi e meno pressione sugli allenatori, oggi l’aria che si respira è del tutto simile a quella della controparte maschile. Proprio di queste ore è la notizia dell’addio di Joe Montemurro, allenatore australiano della Juventus Women.

Esonero improvviso Juventus
Stagione deludente per la Juventus Women che si separa anzitempo dal tecnico Joe Montemurro – Ansa Foto – arabonormannaunesco.it

L’avventura del tecnico era iniziata nel migliore dei modi, ma da qualche tempo a questa parte il rapporto si era incrinato, da quando, per l’esattezza, le bianconere avevano fallito l’approdo alla Women’s Champions League. Nonostante la mancata qualificazione, in un primo momento tecnico e squadra si sono concentrati di buona lena sul campionato, ma quando è stato chiaro che la distanza dalla Roma era divenuta troppa per essere colmata, Montemurro ha compreso che qualcosa si era rotto.

La sconfitta recente contro la Fiorentina in Coppa Italia è stata il punto di non ritorno, la proverbiale goccia che ha portato a delle riflessioni urgenti che sono state rimandate solo grazie alla vittoria nella finale di Supercoppa Italiana. Così le strade della Juventus femminile e di Montemurro si dividono prima della fine della stagione, con la speranza di riuscire a recuperare la qualificazione in finale per la Coppa Italia e di concludere il campionato in crescendo.

La società ha fatto il possibile per proteggere il tecnico dalle critiche feroci dell’ambiente, ma adesso che la stagione sembra finita anzitempo per le bianconere era doveroso dare un segnale. Da capire adesso chi prenderà il posto del tecnico australiano in futuro – per il momento la direzione della squadra è stata affidata al vice Zappella –  e se questo tentativo di correttivo avrà i benefici sperati.

Impostazioni privacy