Tutti pazzi per gli anacardi, ma sai che non li hai mai assaggiati davvero? Come riconoscere quelli falsi

Conosci gli anacardi? Se stai pensando a quella nocciolina marrone dalla forma arricciata, sappi che non li hai mai mangiati veramente!

L’anacardo è ampiamente apprezzato non solo per il suo sapore unico e la sua versatilità culinaria, ma anche per i suoi numerosi benefici per la salute, il che lo rende una scelta popolare in molte diete. Infatti è una buona fonte di importanti nutrienti, tra cui proteine, grassi sani, fibre, vitamine e minerali. Contiene in particolare vitamina E, vitamina K, vitamine del gruppo B (come tiamina, riboflavina, niacina e vitamina B6), magnesio, fosforo, zinco e potassio.

cosa sono veramente gli anacardi
La maggior parte delle persone non sa che ciò che considerano anacardo non è in realtà ciò che mangiano – Arabonormannaunesco.it

Inoltre, grazie al loro contenuto di grassi monoinsaturi e antiossidanti, gli anacardi possono aiutare a mantenere la salute del cuore. Consumarli regolarmente può contribuire a ridurre l’infiammazione e la pressione sanguigna, oltre a migliorare la funzione vascolare. E nonostante il loro contenuto calorico, gli anacardi possono essere inclusi in una dieta equilibrata poiché sono ricchi di proteine e fibre, che aiutano a fornire una sensazione di sazietà più duratura.

Questo può aiutare a ridurre il rischio di spuntini eccessivi e a gestire il peso corporeo. Quello che forse non sai però è che questi piccoli frutti secchi nascondono una vita segreta sorprendente che li rende veri impostori nel regno dei frutti tropicali. Vediamo perché.

Gli anacardi sono impostori

Ciò che comunemente consideriamo il frutto dell’anacardo, in realtà, è solo il seme o la noce, mentre il vero frutto è un delizioso pseudofrutto chiamato mela di Caju. L’anacardo, o Anacardium occidentale, è originario del Brasile e appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae, la stessa famiglia del mango e del pistacchio. Il suo nome deriva dal greco “anakárdion”, che significa “cuore”, nonostante la sua forma assomigli più a un rene. Questa discrepanza tra il nome e l’aspetto fisico del frutto è solo il primo indizio del suo carattere enigmatico.

qual è il vero anacardo
Quello che noi mangiamo è solo il seme del frutto vero e proprio – Arabonormannaunesco.it

Il vero frutto dell’anacardo, la mela di Caju, ha una forma e un colore che ricordano un cuore, con sfumature rossastre e una polpa succulenta, dolce e zuccherina, tipica dei frutti tropicali. Questo frutto è pieno di nutrienti e vitamine, tra cui una quantità di vitamina C cinque volte superiore a quella presente in un’arancia. La mela di Caju può essere consumata fresca, trasformata in succhi, liquori, marmellate o utilizzata in ricette di curry, aggiungendo una nota esotica e saporita ai piatti. Ma se la mela di Caju è così deliziosa e nutriente, perché l’anacardo che comunemente consumiamo è solo il seme?

Perché mangiamo solo il seme

La risposta risiede nella difficoltà di lavorazione della noce di anacardo. All’interno dei suoi gusci si trova un olio resinoso caustico e corrosivo, simile all’urusciolo dell’edera velenosa. Questo rende la raccolta e la lavorazione delle noci di anacardo un compito impegnativo e pericoloso, che richiede attenzione e precauzioni speciali. Solo quando le mele di Caju sono completamente mature e cadono a terra, l’effetto corrosivo dell’olio si attenua, consentendo la raccolta delle noci.

perché mangiamo solo il seme
La difficile lavorazione del frutto ha portato al consumo del solo seme – Arabonormannaunesco.it

Questa difficoltà nella lavorazione ha portato all’elevato consumo del solo seme di anacardo. In questo modo si trascura quello che è il vero frutto che, paradossalmente, offre una maggiore varietà di benefici e opzioni culinarie. Così, milioni di persone in tutto il mondo gustano gli anacardi come snack o condimento. Ma pochi sono a conoscenza della ricchezza e della versatilità della mela di Caju.

In conclusione, l’anacardo è davvero un impostore nel mondo dei frutti tropicali. Esso nasconde il suo vero tesoro sotto forma di mela di Caju. Riconoscere e apprezzare questo vero frutto paradisiaco può arricchire la nostra esperienza gastronomica e portarci a scoprire nuovi sapori e nutrienti benefici per la nostra salute.

Impostazioni privacy