Tumore ai polmoni: i sintomi si confondono facilmente, cosa è fondamentale sapere

Il tumore ai polmoni è corredato da una sintomatologia non sempre evidente negli stadi iniziali che si può confondere con altro.

Una patologia molto aggressiva e delicata a carico di un organo principale, che va quindi trattata in ogni sua fase con estrema attenzione. Ci sono situazioni molto diverse che possono determinare l’insorgenza della malattia ma anche sviluppi successivi che possono confondere.

Tumore ai polmoni sintomi si confondono
I sintomi del tumore ai polmoni che si confondono facilmente (arabonormannaunesco.it)

I tumori, negli stadi iniziali, sono talvolta privi di sintomi specifici. Questo è un problema perché ne ritarda la diagnosi e quindi anche la cura, non permettendo di individuare subito quali sono le casistiche note e di approcciare quindi ad una terapia idonea per contrastarlo.

Tumore ai polmoni: i sintomi da non confondere

Individuare immediatamente i sintomi in una fase nascente della malattia permette di comprendere subito di cosa si tratta e questo offre margini migliori in termini di approccio e terapia successiva. I medici possono infatti così lavorare per ottenere un migliore e tempestivo risultato e quindi dare al paziente stesso aspettative migliori.

Tumore ai polmoni cosa è fondamentale sapere
Sintomi tumore ai polmoni, cosa fare (arabonormannaunesco.it) Fonte: Canva

Una delle condizioni cliniche che nessuno immagina essere connessa con il tumore ai polmoni è il mal di schiena. Tutti pensano a quelle che sono le manifestazioni respiratorie, quindi tosse, problemi a respirare correttamente, espettorato con sangue. Tutte cose che possono esserci e che si manifestano ma mai in fase iniziale. Dal principio sono proprio i sintomi meno ovvi quelli a cui bisogna fare attenzione. Un mal di schiena che non tende a passare in un paio di settimane, un dolore improvviso e acuto che sembra cronico, soprattutto in chi non ha sofferto mai prima dello stesso problema o che di base non ha deficit di questo tipo, può comportare ovviamente la possibile presenza di una forma tumorale che si sta diffondendo.

I sintomi a cui, nel complesso, bisogna fare attenzione sono: stanchezza, tosse, sonnolenza, problemi a deglutire, infezioni ricorrenti, perdita di appetito, mancanza di fiato, calo improvviso di peso corporeo, dolore al torace, voce bassa, mal di schiena. La prima cosa che viene prescritta dal medico è una radiografia al torace per capire di cosa si tratta e quali problemi sono evidenziati, solo dopo si può arrivare a una diagnosi corretta.

Il mal di schiena potrebbe essere dato dalla diffusione del tumore che colpisce altre aree del corpo causando metastasi, sono molto diffuse quelle alle ghiandole surrenali che si manifestano nel 40% dei casi. Evidenziare tutto al medico di base quando sono presenti i primi sintomi è quindi importante per debellare la malattia e accedere a tutte le cure del caso.

Impostazioni privacy