Stefano Tacconi, annuncio spiazza tutti: nuovo intervento all’aorta

Stefano Tacconi dopo essere stato colpito da un’emorragia cerebrale ha iniziato una nuova vita. Il suo percorso di guarigione non è ancora finito.

Il calcio italiano ha subito delle precoci e dolorosissime perdite negli ultimi anni. Alcuni super campioni si sono spenti in seguito a gravi malattie lasciando un dolore immenso nel cuore.

Stefano Tacconi malattia nuova operazione
L’ex portiere della Juventus e della Nazionale Italiana di calcio Stefano Tacconi (Foto Instagram @tacconistefano_official) – arabonormannaunesco.it

Ci riferiamo ovviamente a Siniša Mihajlović, scomparso all’età di 53 anni a causa dell’aggravamento di una forma di leucemia mieloide acuta contro cui combatteva da tempo. Come non pensare anche a Gianluca Vialli, deceduto a 58 anni a Londra per via di un tumore del pancreas che gli era stato diagnosticato nel 2017.

Grande timore è sorto anche per un’altra stella del calcio degli anni passati, un vero gigante tra i pali: il portiere della Juventus e della Nazionale italiana Stefano Tacconi. Quest’ultimo è stato colpito da un’ischemia cerebrale il 23 aprile del 2022. Si trovava a un evento di beneficenza insieme al figlio Andrea. Appena ha visto il padre accasciarsi, ha avuto la prontezza di effettuare le prime manovre di soccorso.

Stefano Tacconi, la rinascita dopo la malattia ma un nuovo intervento all’orizzonte

Il processo di riabilitazione di Stefano Tacconi non è stato per niente facile. É stato ricoverato inizialmente ad Alessandria e poi è stato preso in cura una struttura specializzata a San Giovanni Rotondo (Casa Sollievo della Sofferenza). Esattamente un anno fa, è riuscito a mettere da parte sedia a rotelle e stampelle e a camminare da solo.

Stefano Tacconi malattia nuova operazione
Stefano Tacconi con il figlio Andrea e il Dr. Andrea Barbanera (Foto Instagram @tacconistefano_official) – arabonormannaunesco.it

L’ex portiere ha rilasciato recentemente un’intervista al magazine “Di più” in cui ha voluto esprimere un dolce pensiero a chi non lo ha mai abbandonato: sua moglie Laura in primis, i suoi quattro figli (Andrea, Alberto, Virginia e Vittoria) e il portiere e collega (altra leggenda del calcio nostrano) Walter Zenga. “Rivale sì, nemico mai” – ha detto Tacconi. Tuttavia, si rammarica per la scomparsa di un altro amico, Lapo Elkann. Il rampollo di casa Agnelli pare sia scomparso: “Eravamo grandi amici ma ha smesso di farsi sentire. Questo mi ha fatto molto male”.

Purtroppo, il percorso di guarigione di Stefano Tacconi non si può dire concluso. É stato lui stesso a rivelare di dover tornare ancora una volta sotto i ferri. “Ho dei coaguli di sangue nelle gambe e nella vena aorta” – ha detto – “devono aprirmi e darmi una sistemata. Mi hanno promesso che poi sarò come nuovo”. In bocca al lupo al grande campione.

Impostazioni privacy