Soffri spesso di questo disturbo con il naso? Potrebbe essere un sintomo insospettabile di una seria malattia

Non sottovalutare questo sintomo, un disturbo con il naso che potrebbe essere la spia di una malattia killer che agisce silenziosamente.

Talvolta immersi nel tran tran quotidiano non si presta la dovuta attenzione ai segnali di allarme che l’organismo invia. I sintomi di una malattia possono essere anche molto lievi, per questo talvolta non ci si sofferma a riflettere su ciò che sta accadendo. Si preferisce dare maggior spazio all’adempimento delle questioni professionali, o prestare vicinanza a familiari e al partner, dimenticandosi talvolta di se stessi. Ma la prevenzione passa anche attraverso l’analisi di piccoli cambiamenti, che in larga misura arrivano per destare sospetti e dunque essere indagati.

Attenzione a questo segnale
Attenzione a questo sintomo! arabonormannaunesco.it

Non bisogna sottovalutare le spie di allarme, funzionano proprio come quelle di un’automobile, la loro funzione è prevenire un possibile peggioramento della situazione, scongiurando possibili esiti nefasti. Il corpo umano è infatti una macchina perfetta e se qualche ingranaggio non funziona come dovrebbe, si attivano dei circuiti appositi per far sì che ci si accorga di ciò che sta accadendo. C’è un segno in particolare che viene sottovalutato da molti poiché confuso con altre blande e banali malattie stagionali, ma che potrebbe essere anche il segnale della comparsa di una patologia molto grave.

Attenzione, non sottovalutate mai questo sintomo del naso

I ricercatori continuano a fare dei passi da gigante nella scoperta dei primi sintomi della demenza per poterla prevenire e contrastare. Sono tante le persone che vivono con questa patologia ed è stato stimato che entro il 2050 nel mondo ci saranno almeno 153 milioni di soggetti affetti da demenza. Uno dei primi segnali della comparsa della malattia è la perdita dell’olfatto.

Hai ravvisato una perdita dell'olfatto?
Non sottovalutate mai questo segnale di allarme! arabonormannaunesco.it

La perdita dell’olfatto è stato anche uno dei primi sintomi rivelatori del Covid e secondo The Key potrebbe anche segnalare la precoce comparsa di demenza e di morbo di Alzheimer.

Una ricerca eseguita dal National Institute on Aging ha analizzato 364 partecipanti per circa due anni e mezzo ed è emerso che coloro che hanno raggiunto dei punteggi più bassi nei test olfattivi avevano maggiori possibilità di sviluppare un lieve deterioramento cognitivo associato all’Alzheimer o altri tipi di demenza.

Se dunque doveste riscontrare una diminuzione dell’olfatto improvvisa e senza apparenti cause è necessario rivolgersi al medico, il quale prescriverà esami specifici da eseguire per poter comprendere la causa del disturbo ed agire in modo tempestivo nel caso in cui sospetti che si tratti di una malattia gravemente invalidante. La prevenzione non può aspettare!

Impostazioni privacy