Sinner, mani tra i capelli: ora è ansia per il match con Djokovic

Sale l’attesa per la semifinale di Melbourne tra Jannik Sinner e Novak Djokovic. L’azzurro ha di che preoccuparsi

Nelle previsioni della vigilia, quando fu ufficializzato il main draw degli Australian Open, erano in molti a sperare che Jannik Sinner si potesse spingere fino alle semifinali del primo Slam dell’anno.

Sinner Djokovic semifinale Australian Open
Sinner per la prima volta in semifinale all’Australian Open (Ansa) – arabonormannaunesco.it

La collocazione alla posizione numero 4 del seeding – quella corrispondente con la sua graduatoria nel ranking ATP – prevedeva che in caso di avanzamento nel torneo ci sarebbe stata la supersfida in semifinale contro Novak Djokovic.

Seppur con percorsi diversi – il campionissimo serbo ha sofferto più dell’azzurro per arrivare al penultimo atto dello Slam – due tra i protagonisti più attesi hanno rispettato i pronostici della vigilia. Sarà dunque semifinale. E che scontro si prevede tra il navigato fuoriclasse e uno dei talenti destinati a raccoglierne l’eredità negli anni a venire.

I due si sono affrontati per ben tre volte nella parte finale della scorsa stagione, con due affermazioni per il tennista italiano e una per il numero uno del mondo. Sebbene Djokovic, dopo aver perso contro Sinner nel Round Robin delle ATP Finals, abbia poi vinto la kermesse superando in finale proprio l’azzurro, l’ultima sfida tra i due in Coppa Davis ha lasciato il segno. A favore di Sinner che ora dovrà essere bravo a capitalizzare una sorta di vantaggio psicologico costruito grazie all’incredibile vittoria ottenuta a Malaga.

Djokovic cala il dato clamoroso, Sinner trema

Impossibile che non ci ricordiate cosa sia successo nella palpitante sfida di Coppa Davis in cui i due si sono fronteggiati nel singolare decisivo che avrebbe eliminato l’Italia in caso di vittoria del serbo.  Djokovic si è trovato avanti 5-4 e 0-40 sul servizio dell’azzurro nel terzo e decisivo set. Tre match point consecutivi come occasioni imperdibili per mettere fine al match e al cammino dell’Italia in Davis.

A un passo dalla sconfitta, Sinner li ha annullati tutti e si è preso la vittoria strappando il servizio al rivale nel successivo turno di battuta. Ma non era nemmeno finita qui. Nel doppio giocato uno contro l’altro a meno di 1 ora di distanza dall’incredibile epilogo in singolare, Jannik ha battuto nuovamente Nole, regalando agli azzurri la tanto sospirata finale poi dominata e vinta 2-0 contro l’Australia.

Djokovic record semifinali Slam
Nole ha trionfato per dieci volte in carriera a Melbourne (LaPresse) – arabonormannaunesco.it

Qualcosa, nella testa di Djokovic, deve per forza esserci dopo aver ingoiato una delle più grandi amarezze della sua carriera.  Melbourne è però la casa per antonomasia del numero uno al mondo che, in Australia, ha trionfato per 10 volte, record assoluto.

In più, battendo Fritz in quarti di finale, Djokovic ha stabilito un altro clamoroso record. Che forse mette un po’ di paura all’apparentemente freddo tennista italiano. Superando l’americano Djokovic è infatti diventato il solo a raggiungere le semifinali di tutti e quattro i tornei dello Slam per almeno undici volte. Al Roland Garros e a Wimbledon sono ben 12, numero che sale a 13 se consideriamo gli Us Open. Un dato incredibile, contro il quale sarà necessario vedere in campo la miglior versione di Jannik Sinner.

Impostazioni privacy