Se senti questo problema alla gola corri subito dal medico: potrebbe essere demenza

Attenzione ai sintomi che si avvertono riguardo la propria gola: mai sottovalutarli. Rivolgiti immediatamente al medico.

Il periodo invernale è terminato, ma le temperature altalenanti portano ad avere ancora l’influenza primaverile. Il fastidio generale che si avverte nella zona della gola è un sintomo che potrebbe essere legato ai malanni dovuto all’abbassamento delle difese immunitarie, ma in alcuni casi potrebbe indicare qualcosa di decisamente più grave.

Attenzione ai sintomi della gola
La gola potrebbe dare segnali importanti riguardo la demenza – Arabonormannaunesco.it

La gola potrebbe essere la sentinella di qualcosa di più complicato: potrebbe essere uno dei sintomi della demenza senile. Solitamente la conosciamo come la malattia che fa dimenticare informazioni importanti, unita alla difficoltà ad imparare cose nuove o la perdita di oggetti di valore, tutti campanelli d’allarme che indicano il declino cognitivo.

Eppure anche la gola può essere un importante indicatore di questo decadimento fisico e mentale. Ahmad Khundakar, professore di scienze biomediche presso l’Università di Teesside nel Regno Unito, ha confermato che anche la difficoltà nella deglutizione (disfagia) può essere uno dei sintomi che indicano la presenza di una malattia neurodegenerativa in corso.

Parlare di demenza non è propriamente corretto, perché è un termine molto generico che va ad indicare un insieme di malattie che riguardano il deterioramento cognitivo associato all’incapacità di svolgere alcune funzioni normali della quotidianità. Difficoltà nel linguaggio, perdita della parola, perdita di memoria e difficoltà motorie sono solo alcuni dei sintomi che si possono riscontrare. La forma di demenza più comune è sicuramente l’Alzheimer, che oggi è possibile prevenire o ritardare il più possibile.

La gola come indicatore di demenza senile

Il professore di scienze biomediche ha spiegato accuratamente ai microfoni di Daily Express il motivo per cui la gola può essere considerata un’importante segnale che va ad indicare la presenza di una malattia neurodegenerativa, a cui prestare attenzione per rallentarne il decorso.

La difficoltà a deglutire potrebbe indicare demenza senile
la disfagia potrebbe essere un segnare di una malattia neurodegenerativa in corso – Arabonormannaunesco.it

Ciò si verifica a causa di danni alle regioni cerebrali responsabili del movimento e della coordinazione, comprese quelle che controllano la deglutizione“, ha affermato Khundakar. Questo significa che i pazienti potrebbero avvertire una sensazione di debolezza muscolare, e constatare una coordinazione notevolmente ridotta con una minore sensibilità alla gola. Ciò comporta appunto la difficoltà nella deglutizione in generale.

Tale spiegazione scientifica è stata confermata anche dall’Alzheimer’s Society: “Con il progredire della demenza, le difficoltà di deglutizione diventano più comuni, anche se variano da persona a persona“. Avere difficoltà nel mandare giù il cibo o anche solo masticarlo e trattenerlo in bocca sono delle incombenze che non vanno sottovalutate, perché potrebbero anche portare a malnutrizione e rapida perdita di peso, associate anche alla disidratazione.

Khundakar perciò fa un appello accorato a tutti: “Se qualcuno presenta sintomi di disfagia, è fondamentale rivolgersi immediatamente al medico“. Se ignorato, questo sintomo potrebbe far arrivare a conseguenze irreversibili: “La disfagia può portare a gravi complicazioni, come la malnutrizione o il soffocamento, se non trattata adeguatamente“.

Impostazioni privacy