Se il tuo sogno è lavorare in Rai, ecco l’occasione giusta: sei ancora in tempo, non serve la laurea o l’iscrizione ad un albo professionale

La Rai è alla ricerca di nuove figure professionali e per candidarsi serve solo il diploma. Scopriamo quali sono tutti i requisiti richiesti.

La Rai ha bisogno di nuovo personale e, per questo motivo, ha deciso di avviare una procedura concorsuale per ampliare il proprio organico.

Come lavorare in Rai
Nuove opportunità lavorative in Rai – (arabonormannaunesco.it)

Nel dettaglio, si cercano otto risorse da inquadrare come costumista, presso quattro differenti sedi di lavoro: Roma, Milano, Napoli e Torino. Si tratta di un ruolo molto prestigioso, a stretto contatto con il regista e gli autori, che ha il compito di curare il trucco, l’abbigliamento e gli accessori di scena.

I vincitori firmeranno un contratto di apprendistato professionalizzante ai sensi del CCL Rai per quadri, impiegati e operai, della durata di 36 mesi. Lo stipendio lordo annuo è di circa 23.200 euro, che sale a 26.400 euro alla fine dei tre anni.

Gli interessati, tuttavia, devono affrettarsi perché c’è tempo fino al 9 febbraio 2024, entro le ore 12, per presentare la domanda. Vediamo, dunque, quali sono tutti i requisiti richiesti e in che modo si svolgerà la selezione.

Lavorare in Rai come costumista: ammissione alle prove d’esame

Per lavorare come costumista Rai è necessario possedere i seguenti requisiti: un’età compresa tra i 18 e 29 anni; un diploma di scuola superiore; la patente B; disponibilità ad effettuare trasferte; cittadinanza italiana o comunitaria o, se extracomunitari, un regolare permesso di soggiorno. La domanda deve essere inoltrata telematicamente, tramite il sito www.lavoraconnoi.rai.it, accedendo alla sezione Costumisti 2024.

Come diventare costumista per Rai
Come si svolge la procedura per l’assunzione dei costumisti Rai? – (arabonormannaunesco.it)

Vanno allegati i seguenti documenti:

  • Curriculum vitae in formato europeo con fotografia;
  • Copia del diploma;
  • Copia della patente.

Per chi li possiede, possono essere inoltrati:

  • Copia del certificato di laurea;
  • Copia di attestato di partecipazione a corsi di Costume per lo spettacolo;
  • Copia del certificato di conoscenza della lingua inglese;
  • Riconoscimento in Italia di eventuali titoli ottenuti all’estero.

I titoli facoltativi, ovviamente, servono per raggiungere un punteggio superiore. La selezione sarà articolata in due prove. La preselezione consisterà in un quiz a risposta multipla su cultura generale, moda e costume, abilità generali e attitudini specifiche. Tutto si svolgerà da remoto e, dunque, i partecipanti dovranno possedere un computer con browser Google Chrome (81.0 o superiore), munito di webcam e microfono, una connessione a internet stabile e uno smartphone o un tablet con cam funzionante.

La seconda prova, invece, sarà sotto forma di un colloquio conoscitivo-motivazionale e una prova tecnica, con esecuzione di uno schizzo di un bozzetto sartoriale, lettura e analisi di bozzetti, riconoscimento di capi e accessori d’epoca, adattamento di un capo d’abbigliamento e valutazione delle nozioni sul processo produttivo.

Ai fini del superamento delle prove e dell’inserimento nella graduatoria, i candidati dovranno ottenere un punteggio minimo di 30/50 in ognuno dei due test. Saranno idonei vincitori i primi nelle graduatorie, secondo l’ordine del punteggio ottenuto. L’elenco sarà valido per 36 mesi.

Impostazioni privacy