Schiena che prude, non solo allergie: le possibili cause a cui fare attenzione

Scopriamo quali potrebbero essere le cause del prurito alla schiena escludendo le allergie. I motivi sono diversi, alcuni anche pericolosi. 

Il fastidioso prurito alla schiena potrebbe non essere legato ad un’allergia ma ad altre motivazioni da conoscere per risolvere il problema ed evitare complicazioni di salute.

Perché viene il prurito sulla schiena
Possibili cause del prurito alla schiena (Arabonormannaunesco.it)

Il prurito è insopportabile in ogni punto del corpo ma soprattutto sulla schiena non essendo una parte raggiungibile facilmente da soli per dare sollievo al fastidio. La manifestazione di prurito è collegabile a diverse condizioni prime tra tutte le allergie da contatto e le intolleranze alimentari. Tra le cause anche malattie infettive come il morbillo e la varicella nonché malattie endocrine, epatiche e renali.

Quando bisogna rivolgersi ad uno specialista? Se il prurito persiste per un tempo prolungato, non accenna a diminuire ed è associato ad altri sintomi come la perdita di peso, l’affaticamento e la sudorazione notturna. Dietro ad un prurito, dunque, si possono nascondere varie motivazioni da indagare con esami del sangue e controlli dal dermatologo. Se dietro la schiena quali potrebbero essere le possibili cause alternative all’allergia?

Perché si potrebbe avere prurito sulla schiena persistente

L’allergia è la causa più comune del prurito sulla schiena. Conoscendo gli alimenti o i tessuti che provocano il fastidio si potrà tornare a vivere una vita normale. Ma ci sono altri possibili motivi nascosti dietro al prurito alla schiena. La pelle secca, ad esempio, nota anche come xerosi dovuta a scarsi livelli di umidità. Basterà l’applicazione di creme idratanti ricche di vitamina A e vitamina E per alleviare i sintomi.

Cause prurito alla schiena
Prurito alla schiena: le cause possibili (Arabonormannaunesco.it)

Un’altra possibile causa potrebbe essere un’anomalia psicologica che provoca un prurito psicogeno. Chi soffre di questa forma di prurito tende a grattarsi costantemente, quasi in modo compulsivo danneggiando la cute. Ansia, paranoie e abuso di farmaci (antiepilettici, antinfiammatori non steroidei, antibiotici) sono alla base di questo disagio. Il prurito potrebbe essere legato anche alla notalgia parestetica. Colpisce la zona intorno alla scapola ed è comune in anziani e nelle donne. Solo un medico potrà indicare la cura più adeguata da seguire.

Cause del prurito anche disturbi sistemici ossia condizioni o patologie che possono interessare tutto il corpo con manifestazioni di alterazioni cutanee visibili. L’insorgenza del fastidio potrebbe dipendere dal diabete, dall’insufficienza renale cronica, dai disturbi al fegato o alla cistifellea ma anche dall’ipertiroidismo o ipotiroidismo. Con minore frequenza, invece, si associano al prurito leucemie e linfomi ossia tumori del sangue. Il medico saprà prescrivere gli esami più adatti al fine di risalire alla causa del prurito.

Impostazioni privacy