Roberto Vecchioni, il dolore per la morte del figlio Arrigo: la lunga malattia

Roberto Vecchioni è un cantante molto amato, per le sue meravigliose canzoni. Ma ha vissuto anche un grande dramma familiare che gli ha cambiato la vita.

Recentemente il grande cantautore – e professore di liceo in pensione oramai – Roberto Vecchioni torna a parlare della sua vita privata. Dichiara che l’età giusta per morire è 95 anni, parla di suo figlio Arrigo e di sua moglie Daria. Lo vediamo spesso in televisione anche a parlare di giovani e di studenti, delle loro manifestazioni di protesta essendo lui stesso stato, appunto, un insegnante.

Roberto Vecchioni, il dolore per la morte del figlio Arrigo
Roberto Vecchioni, la morte del figlio Arrigo e la lunga malattia – arabonormannaunesco.it (ANSA FOTO)

Il suo nuovo libro “Tra il silenzio e il Tuono” è uscito il 27 febbraio, e si compone di 53 lettere di un ragazzo al nonno, e a personaggi famosi storici e inventati. Il cantante dichiara che il ragazzino del libro è lui stesso, ma anche il nonno lo è. Recentemente Roberto Vecchioni ha anche parlato di un suo dramma familiare.

La morte del figlio di Roberto Vecchioni: Arrigo

Purtroppo recentemente è scomparso suo figlio Arrigo, affetto dal disturbo bipolare. La sua morte è stata proprio la decisione di un destino già scritto per il ragazzo. Il cantautore dichiara di essere stato più vicino al figlio proprio nell’ultimo periodo. Roberto Vecchioni afferma anche che il mondo non si era accorto della bellezza del figlio, e quest’ultimo non si era nemmeno accorto della bellezza del mondo, dato che lo definiva sempre brutto. La perdita di un figlio è sempre una grandissima sofferenza, un qualcosa di innaturale, non si può accettare di seppellire un figlio, un genitore dovrebbe morire prima.

Roberto Vecchioni, il dolore per la morto del figlio Arrigo
Il figlio Arrigo era affetto da disturbo bipolare – arabonormannaunesco.it (Credit: IG @vecchioniofficial)

Sua moglie Daria ha sofferto tantissimo, tanto che si è letteralmente “persa”, come spiega Roberto Vecchioni, dopo la morte del figlio Arrigo. Si è ammalata, dato che non ha potuto accettare questa tragedia di un figlio che se ne va. Adesso il cantautore, proprio dopo la scomparsa del figlio, ha deciso di cambiare la sua vita. Un cambiamento già cominciato dieci anni fa quando ha deciso di non bere più alcoolici. C’è stato un periodo in cui beveva tanto, per stordirsi e non pensare, ma questa storia non funziona, non è vero che con l’alcool si dimenticano le sofferenze.

Dopo avere smesso di bere ha riacquistato lucidità ed ha avuto anche molte più soddisfazioni a livello lavorativo. Fa dei calcoli nella sua vita e vuole concedersi ancora del tempo per godere del mare e quindi secondo lui “95 anni sarebbe l’età giusta” per lasciare questo mondo. Ma è troppo ingiusto che il figlio Arrigo l’abbia dovuto fare prima di lui, è stato troppo presto.

Impostazioni privacy