Renato Zero confessa la terribile malattia: ecco chi gli ha salvato la vita

Renato Zero ha confessato di aver avuto una malattia contro cui ha dovuto lottare per molto tempo. La sua vita è stata però salvata da lui.

Il cantante è sicuramente uno dei volti più amati del mondo dello spettacolo, proprio perché ha saputo sin da subito catturare l’attenzione del grande pubblico. Complici sono stati gli innumerevoli brani da lui realizzati, e che gli hanno permesso di diventare il personaggio che è oggi. Adesso, nonostante siano trascorsi anni dall’inizio della sua carriera, è ancora tra gli artisti più apprezzati a livello nazionale.

renato zero malattia
La malattia di Renato Zero – arabonormannounesco.it

Di recente ha fatto una confessione totalmente inaspettata: molto tempo fa ha infatti dovuto lottare contro una terribile malattia. Nel corso del programma Michelle Impossible & Friends, Zero si è lasciato andare ad una lunga confessione e ha ripercorso le tappe più importanti della sua vita e della sua infanzia.  Scopriamo cosa ha rivelato.

Renato Zero e quella malattia improvvisa: come sta

Renato Zero, non tutti lo sanno, ma quando era molto piccolo, ha dovuto fare i conti con una patologia, dato che è nato con una piccola deficienza nel sangue che non gli ha permesso di crescere con una vita sana e serena. A salvargli l’esistenza è però stato un frate, che ha scelto di donargli il suo sangue e di permettergli di vivere molto più tranquillamente.

renato zero come sta oggi
Renato Zero, ecco come sta oggi (foto: Ansa) arabonormannounesco.it

Ricordo che iniziai ad apprezzare le luci del giorno, la strada, la vita, i colori“, ha infatti detto lui, dichiarando di essere cresciuto per i primi mesi in ospedale e di non aver mai abbandonato quella voglia di dimostrare agli altri di esserci. La sua vita è quindi letteralmente cambiata grazie all’aiuto di questo frate, che gli ha permesso uno stile di vita normale. Nonostante tutto, nel corso degli anni, Renato Zero ha però dovuto fare i conti anche con i pregiudizi e le critiche della gente. “Prova a metterti nei miei panni“, ha infatti spiegato il cantante, “in quegli anni, andare in giro come andavo io era un po’ una guerra”.

Lo stesso ha inoltre raccontato di aver conosciuto, all’età di quattordici anni, Zero. “Era un ragazzo come me“, ha continuato l’artista, “magro come me, che aveva i miei stessi connotati“. Un fanciullo, lui, che aveva anche la sua stessa voglia di apparire, di vedere il mondo e di viverlo come se fosse un teatro. “Abbiamo deciso di fare team e di combattere insieme“, ha infine concluso Renato commuovendo tutti i presenti e anche la stessa Michelle Hunziker, conduttrice dell’ormai terminato programma Michelle Impossible.

Impostazioni privacy