Rai in lutto: si è spento a 62 anni, poche settimane fa la denuncia

Brutte notizie arrivano dalla Rai per la scomparsa di un ex dipendente che aveva reso pubblica la sua malattia solo recentemente

Un ex dipendente della Rai è deceduto a Roma all’età di 62 anni a causa del mesotelioma, un tumore scaturito dall’esposizione all’amianto. Si tratta di Mariusz Sodkiewicz e le sue denunce pubbliche delle scorse settimane hanno portato all’attenzione il legame tra la sua malattia e l’amianto presente negli edifici Rai, dove ha lavorato per molti anni.

Rai lutto
Un terribile lutto si abbatte sulla RAI-Credit: Wikipedia-www.arabonormannaunesco.it

Secondo quanto riportato dall‘Osservatorio Nazionale Amianto, l’esposizione di Sodkiewicz alla fibra killer è avvenuta esclusivamente all’interno dell’ufficio presso la sede romana del servizio pubblico. L’ex dipendente Rai aveva recentemente rivelato che l’azienda statale era a conoscenza del problema da tempo e aveva destinato considerevoli fondi per tentare di risolverlo, includendo regolari controlli per monitorare la quantità di fibre presenti nell’aria.

La vicenda di Sodkiewicz simile a quella di Franco Di Mare

Sodkiewicz si era rivolto all’avvocato Ezio Bonanni, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Amianto, per tutelare i suoi diritti. Bonanni sta seguendo anche il caso di Franco Di Mare, giornalista Rai affetto anch’egli da mesotelioma, notizia che il diretto interessato ha lanciato, non senza polemiche, poco tempo fa durante un’intervista rilasciata a Fabio Fazio a Tempo che fa.

La carriera di Sodkiewicz è stata principalmente legata alla Rai, dove ha lavorato per ventidue anni svolgendo varie mansioni in diverse sedi aziendali. Il suo avvocato lo ha descritto come un uomo dedito al lavoro, appartenente ad una generazione di dipendenti che ha dedicato la propria vita al servizio pubblico.

Rai ex dipendente
Un ex dipendente Rai è morto a causa dell’esposizione prolungata all’amianto sul luogo del lavoro-Credit:ANSA-www.arabonormannaunesco.it

Nel luglio del 2023 aveva iniziato a manifestare i sintomi del mesotelioma pleurico, attribuito alla sua esposizione all’amianto sul luogo di lavoro. Nonostante la Rai avesse avviato un piano di bonifica negli anni 2010-2012, le misure di sicurezza si sono rivelate insufficienti, con il conseguente rischio dei dipendenti, compreso Sodkiewicz, di stare a contatto con le sostanze nocive presenti negli stabilimenti.

L’amministratore delegato della Rai, Roberto Sergio, ha recentemente dichiarato in Commissione Vigilanza RAI che non vi è alcun rischio di contaminazioni da amianto nella sede Rai. Tuttavia, le denunce di Sodkiewicz e Di Mare sollevano interrogativi sulla sicurezza sul lavoro e sulla responsabilità delle istituzioni.

Cos’è il mesotelioma pleurico, il tumore dell’amianto

Il mesotelioma pleurico è una forma rara di tumore primitivo che colpisce la membrana sierosa che riveste i polmoni e la parete toracica ed è principalmente causato dall’esposizione all’amianto. Questo materiale, una volta inalato, può causare danni irreversibili alle cellule mesoteliali, portando alla formazione di tumori maligni.

I sintomi tipici del mesotelioma pleurico includono tosse persistente, difficoltà respiratoria (dispnea), dolore toracico e perdita di peso inspiegabile. Questi sintomi possono manifestarsi solo dopo molti anni dall’esposizione all’amianto, rendendo la diagnosi spesso tardiva e il trattamento più complesso.

Impostazioni privacy