Questa piccola città ha una caratteristica che la rende unica al mondo: perfetta anche per i viaggi in famiglia, ti stupirà

Se quando eri piccolo vedevi i cartoni animati e ti piacevano i Puffi, devi assolutamente visitare questo posto!

Il pittoresco villaggio di Júzcar, situato a pochi chilometri da Malaga, nell’incantevole regione dell’Andalusia, è diventato famoso. Esso infatti è conosciuto in tutto il mondo grazie alla sua trasformazione in “La città dei Puffi”. Questo borgo, inizialmente caratterizzato dalle tipiche case bianche della zona, ha vissuto una metamorfosi sorprendente nel 2011.

il villaggio di Júzcar è la città dei puffi
In Andalusia si trova la famosa città dei Puffi (ph. Instagram @gabdetails) – Arabonormanna.it

Allora la Sony Pictures ha deciso di dipingere l’intero paese di azzurro in occasione del lancio spagnolo del film dedicato ai Puffi. Júzcar, che conta circa 300 abitanti, è un luogo unico e affascinante che offre un’esperienza magica sia ai residenti che ai numerosi turisti.

Le strade del paese portano i visitatori attraverso un percorso dove ogni angolo è arricchito da simpatici murales e decorazioni a tema puffi. Le vie principali includono la Calle Cruz, dove è possibile ammirare il Puffo e la Casa-Fungo, la Calle Alcalde Diego Fernandez, dedicata al Grande Puffo, e la Plaza Virgen De Moclon, riservata alla dolce Puffetta.

Come è nata la città dei Puffi

L’idea di dipingere Júzcar di blu è nata con il lancio del film. Ma ciò che ha reso questo villaggio così speciale è la decisione degli abitanti di mantenere la colorazione anche dopo la fine delle riprese. La proposta originale della Sony Pictures era quella di restituire al paese il suo aspetto originale. Ma i locali, rendendosi conto del potenziale turistico, hanno deciso di abbracciare la loro identità puffosa.

La trasformazione ha portato notevoli benefici all’economia locale. Júzcar è diventata una vera e propria attrazione turistica, attirando visitatori da tutto il mondo. Le stradine blu del paese sono ora punteggiate da nuovi ristoranti, bar, bed & breakfast e negozietti di artigianato, creando opportunità di lavoro e incrementando l’occupazione nel villaggio.

per il lancio del film la Sony dipinse il paese di blu
La città divenne così in seguito al lancio del film e rimase così anche dopo (ph. Instagram @@gabdetails) – Arabonormanna.it

Nonostante alcune controversie riguardo alla perdita del permesso di pubblicizzarsi come la “Città dei Puffi”, Júzcar ha mantenuto il suo aspetto gioioso e festoso. Anzi, il paese ha adottato il nome di “Villaggio Azzurro” e continua a essere una delle mete turistiche più affascinanti dell’Andalusia.

La decisione di trasformare Júzcar in una sorta di parco a tema dei Puffi sembra essere in divenire, con la creazione di nuove realtà imprenditoriali e l’espansione dei servizi turistici. Il villaggio, ora noto come il “Primer Pueblo Pitufo del mundo” (il primo paese dei Puffi al mondo), offre ai visitatori l’opportunità di immergersi in un mondo fatato, camminando tra le strade colorate di blu e sostando in luoghi unici come il Bar Gargamella, nemico storico dei Puffi.

Impostazioni privacy