Questa moneta vale 1000 euro ma pochissimi lo sanno: controlla bene le tue tasche e vai in vacanza

Una moneta rarissima che vale 1000 euro. Anche poi potreste averla conservata a casa senza sapere di avere la fonte di un bel gruzzoletto. Scopriamo di quale si tratta e perché è tanto ricercata.

La numismatica è una disciplina che studia le monete dal punto di vista economico, storico, culturale e artistico. Spesso viene confusa con il semplice collezionismo; in realtà, è una scienza che rappresenta un vero e proprio viaggio attraverso i secoli che ci permette di scoprire di più dei popoli del passato.

moneta vale 1000 euro
La moneta che vale 1000 euro – Arabonormannaunesco.it

I numismatici, infatti, analizzano le origini delle monete prese in esame, ne tracciano l’evoluzione del loro valore nel contesto storico. Vengono considerati diversi fattori come il tipo di materiali utilizzati per la coniazione, le tecniche di produzione, i simboli e le incisioni presenti sulle monete e l’uso nelle diverse civiltà. É facile intuire che i collezionisti oggi sono attratti sia dall’aspetto artistico di determinati oggetti, sia dal loro valore storico o economico.

Potremmo, però, cadere nell’errore di considerare di pregio solamente monete di una certa antichità. Ebbene, non è così. Ad esempio, l’euro è entrato in vigore legale solamente nel 2002, eppure alcune unità sono considerate molto rare e, per questo motivo, davvero appetibili. Nel mercato numismatico possono essere scambiate per un bel gruzzoletto.

Moneta da 1 Euro che ne vale 1000: il motivo della sua rarità

Vi sono diverse monete dal valore nominale di 1 euro che, in vari contesti numismatici, oggi possono essere scambiate per un bel gruzzoletto. Tutte le unità con errori di conio come stelline mancanti nelle incisioni o senza data, sono considerate pezzi unici e per questo molto desiderate. Vale la pena rovistare nei vecchi salvadanai, nei portafogli o in fondo ai cassetti per scoprire se ne possediamo qualcuna.

Euro moneta che vale mille euro 1999
Moneta da 1 euro – arabonormannaunesco.it

Ecco qualche esempio:

  • la moneta da 1 euro italiana con l’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci della prima serie (anni 2004 e 2005);
  • la moneta da 1 euro italiana con l’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci della seconda serie (anni 2018, 2019 e 2020);
  • monete della Città del Vaticano della seconda edizione (anno 2005) che riportano lo stemma del cardinale Camerlengo con l’emblema della camera apostolica;
  • moneta da 1 euro della Grecia con incisa una civetta sulla facciata posteriore.
  • moneta da 1 euro spagnola che riporta risalente alla prima serie con inciso il volto dell’ex Re Juan Carlos.
  • la moneta da 1 euro del Portogallo in cui è raffigurato il sigillo reale portoghese, datato 1144, con attorno 5 stemmi araldici e 7 castelli (seria 2012 e 2013).

Una moneta da 1 euro che oggi ne vale almeno 1000 è quella del 1999. Ma com’è possibile? Alcuni Paesi iniziarono a stampare il nuovo conio con tre anni di anticipo rispetto al 2002, anno ufficiale dell’entrata in vigore. Fortunatissimo chi ne possiede almeno una.

Impostazioni privacy