Quanto guadagna il medico di famiglia? Ecco quanto “costa” ogni paziente, cifre folli

I compensi del medico di famiglia dipendono da diversi fattori, tra cui il numero di pazienti in carico e il tipo di attività svolta: le cifre.

Il mondo della sanità è complesso e pieno di sfide, e i medici di base giocano un ruolo cruciale nell’assistenza sanitaria primaria della popolazione. Ma quali sono le differenze tra medico di base e medico di famiglia? E quali sono i compensi finanziari associati a queste professioni? Entriamo nel dettaglio.

Medico di famiglia, guadagno
L’importante ruolo del medico di famiglia – (arabonormannaunesco.it)

Iniziamo con le distinzioni: il medico di base è un libero professionista laureato in medicina che fornisce assistenza sanitaria a singole persone, mentre il medico di famiglia è il professionista che si prende cura di tutti i membri di una stessa famiglia per lunghi periodi, conoscendo a fondo le loro condizioni di salute e le loro storie mediche.

Il medico di medicina generale, invece, può essere suddiviso in due tipologie: il medico di Assistenza Primaria (o medico di famiglia) e il medico di Continuità Assistenziale (conosciuto anche come Guardia Medica), che opera su richiesta specifica e durante gli orari in cui l’assistenza primaria non è disponibile, come durante la notte e nei giorni festivi.

Quanto guadagna il medico di famiglia?

In base ai dati del 2022, i compensi per i medici di base variano notevolmente. Ad esempio, un medico con meno di 3 anni di esperienza può guadagnare circa 71.500 euro lordi all’anno, mentre un medico con oltre 20 anni di esperienza può superare i 160.000 euro lordi all’anno.

Medico di famiglia, guadagno
Quanto guadagna il medico di famiglia? – (arabonormannaunesco.it)

Tuttavia, i compensi dipendono da diversi fattori, tra cui il numero di pazienti in carico e il tipo di attività svolta. Ad esempio, un medico di famiglia può seguire al massimo 1500 pazienti, con un compenso lordo di circa 70 euro per paziente. Tuttavia, questo importo diminuisce man mano che il numero di pazienti aumenta, con un compenso di circa 35 euro per paziente oltre i 500 assistiti.

Oltre allo stipendio base, i medici di base possono ottenere guadagni extra da bonus e altre fonti di reddito, come la somministrazione di vaccini e tamponi, assistenza agli anziani e contributi per l’indennità per la reperibilità notturna. Mentre i medici ospedalieri possono guadagnare dai 1900 ai 2900 euro netti al mese, con la possibilità di ottenere compensi aggiuntivi per turni notturni, festivi e straordinari, un medico primario in ospedale non guadagna meno di 4500 euro netti al mese.

Tuttavia, è importante tenere presente che i compensi dei medici di base devono coprire anche le spese di gestione dell’attività, comprese le imposte sul reddito, i costi del personale assistente e delle segretarie, nonché gli stipendi dei medici sostituti durante periodi di malattia o ferie.

Impostazioni privacy