Perché si dice “Se finisci in carcere ti porto le arance”? Dietro a questa frase si nasconde una triste verità

“Se finisci in carcere ti porto le arance”: una frase che viene ripetuta spesso, ma da cosa deriva esattamente? Ecco tutta la verità.

La cultura italiana, ma in realtà quella di tantissimi altri Paesi, è formata da molti modi di dire e proverbi che sono passati di generazione in generazione fino ai giorni nostri..

storia arance carcere
La triste storia dietro la frase “ti porto le arance in carcere” (AraboNormannaUnesco.it)

Queste frasi pronunciate in determinati contesti spesso hanno un’etimologia e un’origine sconosciuta perché magari troppo datata nel tempo, ma allo stesso tempo tante persone le utilizzano nei contesti giusti senza però sapere da dove esse derivano

Molto spesso i modi di dire e i proverbi provengono da storie realmente accadute (o presunte tali) che sono entrate a far parte della cultura di un Paese e che al giorno d’oggi si sono trasformati in concetti metaforici per esprimere una propria opinione in determinati contesti di vita.

Ad esempio si è sentito spesso dire che ai carcerati si portano le arance, una frase che viene spesso ripetuta anche in maniera ironica verso i propri amici.

La triste storia dietro la diceria di portare le arance a chi è in carcere

Le arance sono gli agrumi più diffusi al mondo e soprattutto in Italia sono frutti presenti nelle case della maggior parte degli italiani. Su questo tipo di frutta se ne dicono davvero di tutti i colori, alcuni dettagli sono veri, altri invece frutto di pensieri errati che sono stati accettati come veri nel corso degli anni. Ciò che è vero è che chiaramente sono frutti ricchi di Vitamina C e dunque sono consigliatissimi per chi vuole rafforzare il proprio sistema immunitario.

Al di là del gusto e delle proprietà nutrizionali delle arance, questi agrumi sono stati spesso oggetto di storie e modi di dire nel corso degli anni: uno dei più diffusi, ad esempio, è l’abitudine di dire di portare le arance ai carcerati. Al giorno d’oggi non sappiamo quante persone veramente portino le arance ai propri cari in carcere, ma a quanto pare questa abitudine deriva da una storia passata e anche molto triste.

arance
Arance: ecco perché si dice che si portano ai carcerati (AraboNormannaUnesco.it)

Il modo di dire (e anche l’abitudine reale in certi casi) di portare le arance ai carcerati deriva da storie realmente accadute in passato nelle quali davvero le persone portavano questi agrumi ai propri cari in carcere. Era un’abitudine diffusa per via del fatto che le arance, ricche di vitamina C, potevano proteggere dalle malattie che erano molto diffuse nelle prigioni dell’epoca come ad esempio lo scorbuto.

Impostazioni privacy