Nuovo bonus per la casa, si parla di 2.500 euro a famiglia: ecco come richiederli

Un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate apre le porte alla possibilità di accedere ad una doppia detrazione, un bonus che consente di ottenere fino a 2500 euro.

Un bonus dell’importo complessivo che può raggiungere i 5000 euro a fronte dell’installazione di un dispositivo per tanti divenuto indispensabile. Grazie ad un chiarimento dell’Agenzia delle Entrate ora non vi sono più dubbi in merito alla possibilità di accedere ad una duplice detrazione fiscale del 50%.

Doppio bonus fiscale del 50%, importi e requisiti
Un bonus casa del 50% fino a 2500 euro. Come ottenerlo (arabonormannaunesco.it)

Un doppio bonus casa che consentirà a molte famiglie italiane di risparmiare ingenti quantità di denaro nel corso del 2024. Vediamo di che cosa si tratta e qual è la procedura per ottenere il doppio beneficio fiscale.

Bonus del 50% fino a 2500 euro, l’Agenzia delle Entrate conferma: di cosa si tratta

Il chiarimento fornito all’Ade sul sito tematico Fisco Oggi evidenzia la possibilità di bypassare il bonus ristrutturazione immobile al fine di ottenere il bonus mobili. Ricordiamo infatti che questa agevolazione legata all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici è normalmente trainata da quella relativa agli interventi di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione della propria casa. Ebbene c’è anche un altro modo per ottenerlo e beneficiare di una maxi detrazione su un massimale di spesa, per il 2024, pari a 5000 euro. È infatti sufficiente installare, nella medesima abitazione per la quale si acquisteranno i mobili, un impianto di climatizzazione invernale ed estiva.

Come accedere al bonus mobili grazie al condizionatore
Installazione condizionatore dà diritto al bonus mobili (arabonormannaunesco.it)

Infatti, come da chiarimento, questo tipo di installazione può essere considerato come un lavoro di manutenzione straordinaria finalizzato a produrre un risparmio energetico. E questo lo rende il presupposto perfetto per poter fruire anche del bonus fiscale legato all’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici inclusi in questa agevolazione. Effettivamente prima del chiarimento si trattava di un dubbio che in molti si erano posti ed ora c’è la risposta definitiva. Importante è inoltre ricordare che installare un impianto di climatizzazione a pompa di calore consente anche di beneficiare dell’ecobonus del 65%. Questo però a patto che l’intervento sia una sostituzione e non una nuova installazione: in questo caso però non si avrà diritto al bonus mobili.

Oltre all’installazione di un impianto di climatizzazione a pompa di calore di classe A+, la detrazione del 50% è prevista anche in caso di acquisto di climatizzatore a basso consumo energetico, di termopompa o del deumidificatore ad aria. Lo stabile dovrà essere a norma ed il pagamento andrà effettuato obbligatoriamente con mezzi di pagamento tracciabili. Nel caso del bonus mobili si potranno ricevere indietro sotto forma di detrazioni fino a 2500 euro.

Impostazioni privacy