Nuovo Bonus Disabili MB1: assegno mensile e voucher, la procedura per averlo

Esistono vari sostegni economici per persone con disabilità sotto forma di assegno mensile o voucher, fra questi anche il bonus MB1.

MB1 sta Misura bonus 1, e non ha nulla a che vedere con il modulo omonimo che caratterizza la dichiarazione unica sostitutiva. In Italia sono attive tante iniziative finalizzate a supportare economicamente i disabili e le loro famiglie. E la Legge di Bilancio 2024 ha previsto nuovi aiuti. Anche l’assegno di inclusione, che sostituisce il reddito di cittadinanza, va per esempio inteso come un sussidio dedicato più o meno esplicitamente ai disabili e alle persone non autosufficienti.

Buoni e sussidi per disabili
Che cos’è il bonus disabili MB1 – arabonormannounesco.it

Esistono anche tanti altri programmi operativi per il supporto a favore delle persone con disabilità e in condizione di non autosufficienza. Sul sito ufficiale dell’INPS sono di solito elencati tutti i vari bonus attivi, nazionali, regionali e locali. A ogni modo, può essere sempre utile appoggiarsi a un patronato, per essere assistiti e nella presentazione delle domande.

L’MB1 è uno di questi nuovi bonus dedicati ai disabili. Nasce come un’iniziativa finalizzata a garantire la possibilità di poter continuare ad abitare nella propria casa nonostante una disabilità gravissima. Il bonus è dunque rivolto a coloro che rispondono a una delle condizioni elencate nel Decreto interministeriale Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze (FNA) 26 settembre 2016.

Il bonus in questione dà diritto a un buono (un voucher) concesso a titolo di riconoscimento per l’assistenza fornita dal caregiver familiare, oppure dal personale di assistenza impiegato (con regolare contratto, ovviamente). Si tratta dunque di un sostengo al reddito per cui sono stati stanziati molti fondi.

Il bonus MB1 per disabili: in che consiste

Il bonus è attivo in Lombardia. E l’investimento regionale è pari a 3.000.000 su base annua. Grazie a questo programma operativo per persone con gravissima disabilità, gli aventi diritto possono dunque ottenere un buono o un voucher per pagare l’assistenza fornita dal cargiver, dall’assistente specializzato o dal badante.

Buoni per i disabili gravissimi
Aiuti ai disabili sotto forma di buoni – arabonormannounesco.it

Per richiederlo è possibile presentare domanda presso la ASST territoriale a partire dal primo marzo, fino al 31 ottobre. L’MB1 è disponibile per persone con disabilità gravissima di qualsiasi età. Gli interessati devono essere beneficiari dell’indennità di accompagnamento, oppure definiti non autosufficienti. Sarà poi la stessa ASST a trasmettere tutti i documenti necessari per presentare la domanda.

Anche nel Lazio è attivo un bonus simile. Si tratta di buono servizio dedicato a chi si prende in cura familiari non autosufficienti. Il supporto economico è pari a 700 euro mensili per un totale di 12 mesi. Possono accedervi cittadini residenti italiani con meno di 67 anni con una parentela fino al secondo grado in linea retta o collaterale con la persona non autosufficiente che usufruirà dei servizi.

Impostazioni privacy