Nuova influenza dilaga in Italia: il virus pronto a mettere in ginocchio in primavera

Prepariamoci all’arrivo della primavera. Sembra che saremo messi in ginocchio da una nuova influenza: ecco il virus in questione.

Come ogni anno arriva implacabile il virus dell’influenza, ne abbiamo avuto già un primo assaggio all’inizio dell’inverno. Ci ritroviamo appena iniziano i primi freddi, con febbre, difficoltà respiratorie, mal di gola e dolori diffusi ogni anno; vaccinarci certo ha la sua importanza soprattutto per i soggetti fragili, gli anziani o chi ha già difficoltà legate all’apparato respiratorio e chi è affetto da malattie croniche. I medici ci dicono sempre di non sottovalutare l’influenza stagionale perché ogni anno muore molta gente per infauste complicazioni.

Arriva una nuova influenza-virus ci invade in primavera
Arriva la primavera e insieme la nuova influenza-arabonormannaunesco.it

D’altra parte con il Covid abbiamo imparato a nostre spese quanto sia importante fare attenzione ai virus e se, durante il periodo della pandemia, i virus influenzali erano scomparsi per le norme igieniche adottate e l’isolamento ora sono tornati in pompa magna! Le notizie sul virus del Covid sono quindi confortanti: è praticamente scomparso ma imperversano altri virus influenzali, meno pericolosi, come per esempio quello che sta arrivando: il virus dell’influenza B.

Virus dell’influenza B: arriverà a primavera

Negli ambulatori medici è già possibile incontrare persone con sintomi precisi come disturbi intestinali e respiratori; colpita soprattutto la popolazione in età lavorativa tra i 30 e i 50 anni ma è solo ‘inizio perché con l’arrivo della primavera dobbiamo prepararci al dilagare dell’influenza B. Intanto il mese di marzo non sta aiutando dal punto di vista climatico: i forti sbalzi di temperature, i giorni molto umidi alternati a quelli secchi, alimentano i disturbi dovuti all’influenza.

Arriva l'influenza B con la primavera
L’influenza B dilagherà in primavera-arabonormannaunesco.it

Rispetto al covid la guarigione è più veloce, più o meno dopo il picco servono dai 3 ai 7 giorni per la ripresa e mancano quei sintomi disturbanti come la perdita dell’olfatto. Il periodo più invasivo va dai uno a 4 giorni, molto ridotto rispetto al covid. Nel prossimo periodo arriverà però un altro tipo di influenza, la B appunto. Colpirà tra marzo ed aprile probabilmente, come sempre, gli esperti ci dicono a ridosso delle feste. I ragazzi e i bambini saranno quelli più interessati. Per curarsi ci vuole molta pazienza e soprattutto mantenere il corpo idratato, se non si ha fame è meglio non consumare i pasti o mangiare molto poco, l’importante è assumere liquidi.

Febbre alta, mal di testa e difficoltà respiratorie, dolori articolari saranno i sintomi più comuni; l’influenza del virus B, come ci dice il Dottor Pregliasco, è quella più comune e facilmente contenibile e la vaccinazione gioca un ruolo molto importante, come sempre, nell’evitare le complicazioni perché, ci ricorda che ogni anno in Italia muoiono dalle 6mila alle 10mila persone a causa dell’influenza!

Impostazioni privacy