Novità pensione casalinghe: sconto sui pagamenti omessi o in ritardo

Anche le casalinghe avranno una pensione e ci sarà un importante sconto sui pagamenti omessi o in ritardo. Ecco la novità più attesa.

Quello della casalinga è un ruolo che non è mai tramontato nel nostro Paese, a causa di una struttura famigliare del tipo tradizionale. Più della metà delle donne italiane, infatti, sono mamme a tempo pieno e si occupano della casa e dei bambini. Anche se per tante è una scelta costretta, a causa della carenza di servizi per l’infanzia e per gli anziani, per non parlare delle difficoltà di tornare al lavoro dopo la nascita dei figli, per molte donne può essere più gratificante restare a casa una volta diventate madri.

Novità per la pensione delle casalinghe
C’è una novità importante riguardo la pensione delle casalinghe (arabonormannaunesco.it)

Tutto ciò coinvolge soprattutto le donne meno giovani, che hanno svolto nella loro vita quasi esclusivamente questa tipologia di occupazione. La domanda è se le casalinghe avranno una pensione, dato che non hanno maturato i contributi da mansione retribuita, poiché il lavoro domestico delle massaie non prevede uno stipendio. La risposta è sì, perché possono versare una quota, in un “cassetto”, che poi diventerà reddito da pensione una volta raggiunti i 65 anni.

Pensione casalinghe: arriva una novità molto attesa in Italia

Essendo una categoria numericamente molto rappresentata in Italia, quello della casalinga è un ruolo che merita riconoscimento. Ciò che non sanno tante massaie e che per averlo bisogna iscriversi ad un’importante sezione, la quale assicura non solo il bonus casalinghi – che è un programma per reinserirsi nel mondo del lavoro – ma anche sconti. Uno di questi riguardano i pagamenti omessi o in ritardo.

Le novità sui pagamenti omessi o in ritardo per le casalinghe
Le novità del Ministero del lavoro (arabonormannaunesco.it)

Il Ministero del lavoro ha dettato nuove regole per l’assicurazione casalinghe contro gli infortuni domestici, introducendo cambiamenti in tema di sanzioni in caso di omesso o ritardo versamento del premio dovuto e di tempi di iscrizione. Nel decreto del 29 novembre scorso c’è una novità della polizza Inail, che è obbligatoria per le persone che svolgono lavoro domestico gratuitamente. Si tratta di una copertura assicurativa contro gli infortuni, che si alimenta versando quanto dovuto all’Inail.

L’importo del premio per l’assicurazione delle casalinghe è di 24 euro annui e devono essere versati entro e non oltre il 31 gennaio di ogni anno. Tuttavia, se il reddito personale della casalinga è fino ai 4.648,11 euro e quello famigliare fino a 9.296,22 euro, il versamento è a carico dello Stato. Nel decreto Lavoro del 29 novembre, il termine del versamento del premio è di 30 giorni. Se non si osservano gli obblighi di iscrizioni è dovuta una somma aggiuntiva di 6 euro, mentre se effettuata oltre i 90 giorni, l’importo è di 12 euro.

Impostazioni privacy