Niente più tasse sulle donazioni tra genitori e figli: l’incredibile novità

È emersa una novità molto importante sulle donazioni tra genitori e figli: non ci saranno più tasse, ecco cosa succede adesso.

Le donazioni tra genitori e figli non si legheranno più alle tasse. L’incredibile novità cambia questo scenario e può consentire alle persone che vogliono utilizzare questa operazione di avere un percorso più semplice.

Niente tasse donazione genitori figli
Incredibile novità sulle donazioni tra genitori e figli: niente più tasse – (Arabonormannaunesco.it)

Arriva una grande novità in merito alle donazioni tra genitori e figli. Per le donazioni informali e indirette non ci saranno tasse da sostenere perché non c’è alcun obbligo di registrazione. La tassazione scatta solo se queste liberalità risultano da atti sottoposti a registrazione oppure se sono registrate volontariamente o se, avendo valore di oltre un milione di euro, la loro effettuazione viene dichiarata dal contribuente nell’ambito di una procedura di accertamento di tributi.

Questa novità è stata stabilità sezione tributaria della Corte di Cassazione, riportata dal quotidiano il Sole 24 Ore. Vediamo insieme cosa dice nei dettagli la pronuncia della sezione tributaria.

Niente tasse sulle donazioni tra genitori e figli: la decisione della sezione tributaria della Cassazione

La sentenza tributaria parte dal Testo unico in cui si sottolinea la non applicazione dell’imposta sulle donazioni in alcune circostanze di donazione indiretta. Da qui la Cassazione ha chiarito che la donazione indiretta è rilevante ai fini dell’imposta di donazione solo nel momento in cui risulta registrata.

decisione donazioni informali sezione tributaria
La decisione della sezione tributaria della Cassazione sulle donazioni informali – (Arabonormannaunesco.it)

Ne consegue che, ad esempio, le donazioni informali (non stipulate per iscritto, né comunicate in atto scritto) non sono un possibile oggetto di tassazione e non rientrano nel calcolo della franchigia di un milione di euro, salvo non procedere alla registrazione “volontaria” della donazione stessa o che la donazione non risultante da atti soggetti a registrazione sia comunicata dal contribuente nel corso di una procedura di accertamento tributario.

Resta attivo l’argomento inerente alla donazione indiretta legata ad atti soggetti alla registrazione. Ci si chiede infatti se sia configurabile un obbligo di registrazione dell’atto in questione anche come donazione.

A tal proposito, la Cassazione risponde negativamente evidenziando che, quanto il Testo unico si occupa della tassazione delle donazioni indirette, enuncia due elementi: la facoltà del contribuente di eseguire la registrazione volontaria e il potere dell’amministrazione di accettare le liberalità indirette. La possibilità di accettare le donazioni indirette si ha solo in presenza di due presupposti, ragion per cui non esiste un obbligo generalizzato di sottoporre a tassazione tutte le donazioni indirette derivate da atti soggetti a registrazione.

Impostazioni privacy