Nausea e gonfiore, due sintomi spesso sottovalutati: ecco quando nascondono qualcosa di molto grave

Problemi di nausea e gonfiore addominale sono piuttosto comuni tra la popolazione, ma in alcuni casi non vanno sottovalutati perché nascondono malattie importanti.

Il cosiddetto gonfiore addominale altro non è che il sintomo di un accumulo di gas e tensione nell’addome, ossia dentro la pancia, per usare termini più semplici, ed in linea di massima, non è indicativo di malattie importanti.

gonfiore addominale cosa nasconde
Nausea e gonfiore addominale possono nascondere brutte malattie – Arabonormannaunesco.it

Spesso infatti, anzi nella maggior parte dei casi, avere del gonfiore addominale e quindi soffrire della cosiddetta “aria alla pancia” altro non è che un segno indicatore di abitudini alimentari poco corrette e di routine di vita altrettanto sbagliate. La causa più frequente del gonfiore addominale è la cosiddetta aerofagia, una patologia non grave dovuta all’ingestione di quantità ingenti di aria durante il pasto.

Chi ne soffre, solitamente mangia in maniera molto veloce, mastica poco e velocemente, ed ha abitudini alimentari poco sane, dando così vita alla fenomenologia dell’aerofagia che causa gonfiore e a volte anche nausea. Ma in altri casi, questa sintomatologia purtroppo tende a rivelare altre malattie più gravi e importanti.

Due sintomi banali come nausea e gonfiore possono nascondere una grave patologia

Oltre alle patologie meno gravi già indicate, che possono causare gonfiore e tensione addominale, ci sono anche malattie più importanti alle quali bisogna fare attenzione e che si possono manifestare proprio con questi sintomi. Una di queste è la disbiosi intestinale, una patologia in cui la flora intestinale si nutre di microrganismi patogeni, che può essere conseguenza di infezione, abuso di antibiotici e altri farmaci.

Nausea e gonfiore sintomi di cancro
Il tumore del colon retto si può diagnosticare grazie al gonfiore addominale – Arabonormannaunesco.it

L’enterite è un’altra patologia che può provocare la tensione addominale, ed insieme all’enterocolite colpisce intestino tenue e colon: si tratta di un processo infiammatorio che può essere causato da infezioni, intossicazioni alimentari, allergie alimentari o ingestione di cibi o bevande troppo fredde. Altre patologie più gravi possono essere peritonite, rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn (che se non curato bene può essere mortale per via di patologie collaterali), calcoli della cistifellea, fibrosi cistica, anoressia nervosa e bulimia.

Nei casi più gravi, invece, il gonfiore e la tensione addominale possono essere anche sintomo di un tumore del colon retto. Questo tipo di formazione neoplastica infatti si manifesta, soprattutto nelle fasi iniziali, in maniera asintomatica ma, se associato a dei sintomi, arriva anche con una fortissima sensazione di gonfiore e nausea, oltre a disturbi come stipsi o, in casi opposti, diarrea, vomito e inappetenza. La perdita di peso e l’emissione di feci dure e nastriformi sono altri sintomi che possono mettere in allarme circa questa patologia.

Impostazioni privacy