Mutui: arrivano 18 mesi di sospensione del pagamento rate, approfitta subito

Come e chi può effettuare la richiesta di sospensione delle rate del mutuo? La procedura che non tutti conoscono.

Il pagamento delle rate del mutuo per l’acquisto della casa dei sogni è diventato, a causa dei continui aumenti dei tassi disposti nel corso del 2023 dalla BCE per contrastare lo spettro di una recessione, un percorso tutto in salita per moltissime famiglie. Basti pensare che nel caso di mutui a tasso variabile la mensilità da corrispondere alla banca è aumentata in molti casi, anche del 120 o 130% rendendo per le famiglie con redditi bassi quasi impossibile riuscire a rispettare le scadenze indicate.

Come richiedere e ottenere la sospensione delle rate del mutuo
Sospensione delle rate mensili del mutuo prima casa, quando si può sfruttare (arabonormannaunesco.it)

Non è andata molto meglio a chi, durante lo scorso anno, ha sottoscritto contratti di mutuo a tasso fisso, andato aumentando vistosamente rispetto ai valori che si registravano nel periodo 2019-2021. Vi è però una possibilità non molto conosciuta che consente di ottenere la sospensione delle rate dei mutui per la prima abitazione in caso di difficoltà economiche tali da non renderne possibile il pagamento. Vediamo di che cosa si tratta.

Come ottenere la sospensione delle rate del mutuo: la procedura

La procedura in questione fa capo all’accesso al cosiddetto Fondo Gasparini meglio noto come Fondo di solidarietà, pensato per sostenere coloro che si trovano impossibilitati a pagare le rate del mutuo con il concreto rischio di finire per vedersi sottrarre l’abitazione che faticosamente stavano cercando di comprare. L’accesso al fondo in questione, dunque, è consentito in caso di difficoltà finanziarie per offrire un valido sostegno.

Fondo Gasparini mutui, regole e requisiti per il 2024
Chi nel 2024 può accedere al Fondo Gasparini (arabonormannaunesco.it)

Potenziato nel corso della pandemia di Covid e del balzo all’insù dei prezzi immobiliari, nel 2024 esso è tornato al regime ordinario. Per poterne sfruttare i benefici occorre rispettare dunque alcuni requisiti: il principale è legato all’Isee in quanto solo chi ha un valore inferiore a 30mila euro potrà accedere al Fondo. Inoltre l’importo del mutuo non dovrà essere superiore a 250mila euro. Importante è anche ricordare che con il ritorno alla disciplina ordinaria non vi è più la possibilità di richiedere l’impiego del fondo per mutui che beneficiano della garanzia del fondo della prima casa.

Ancora, dalla platea dei beneficiari sono usciti (erano inclusi fino al 2023) i lavoratori autonomi e i liberi professionisti che hanno registrato un calo medio del fatturato del 33% nonché le cooperative edilizie a proprietà indivisa. Per chi vi accede, in ogni caso, è consentito ottenere la sospensione delle rate del mutuo, in attesa di mettere da parte il budget necessario per sostenere questa impellenza mensile.

Impostazioni privacy