Mutui: arriva lo strumento che ti fa dimezzare il tasso

Non tutti gli italiani sono al corrente del fatto che arriva uno strumento in grado di far dimezzare il mutuo: ecco quale.

Possedere una casa di proprietà è il sogno nel cassetto di tantissimi italiani che, però, spesso risulta essere irrealizzabile. Negli ultimi anni a questa parte, infatti, aprire un mutuo è diventato molto dispendioso, ragion per cui in molti optano per vivere in una casa in affitto piuttosto che acquistarla.

Casa acquisto mutuo
Accollo del mutuo riduzione tasso di interesse – Arabonormannaunesco.it

I tassi di mercato suoi mutui, infatti, continuano a crescere. Secondo l’ultimo Osservatorio di MutuiOnline.it, le richieste di finanziamento ipotecario a 20 e 30 anni attualmente si attestano in media al 4,93% nel caso del variabile e al 3,84% per chi sceglie il fisso, fatta sempre salva la possibilità di trovare condizioni migliori sul comparatore.

Mutui: lo strumento che riduce il tasso di interesse

Si tratta di una vera e propria anomalia che, ormai, dura da diversi mesi: tale anomalia porta ad un aumento di richieste di mutuo a tasso fisso che arrivano a toccare il 93,4%, quasi due punti in più rispetto al secondo trimestre, e in parallelo cala della medesima intensità l’incidenza del variabile (arriva al 5,3%).

Mutuo casa
Mutuo: lo strumento che riduce il tasso di interesse – Arabonormannaunesco.it

Non tutti gli italiani, però, sono a conoscenza del fatto che esiste uno strumento per dimezzare il tasso del mutuo. Parliamo dell’accollo del mutuo, una procedura che permette di subentrare a un mutuatario in un finanziamento già in corso. In questo modo, l’accollante si accolla il debito residuo del mutuo e si impegna a pagare le rate restanti alla banca.

L’accollo del mutuo ha alcuni vantaggi per l’accollante tra cui i tassi di interesse più bassi rispetto ai mutui odierni; assenza di spese di accensione del mutuo; possibilità di ottenere un mutuo con un importo più elevato. Per l’accollato i vantaggi sono la liberazione dal debito del mutuo e la cancellazione dell’ipoteca. Per la banca c’è invece lo sgravio dell’onere di gestire un mutuo con un cliente non affidabile.

Tuttavia, ci sono anche alcuni aspetti da considerare: l’accollante deve essere in grado di sostenere il pagamento delle rate del mutuo e la banca deve accettare l’accollo del mutuo. L’accollante, infatti, potrebbe non ottenere le stesse condizioni del mutuo originario. In generale, l’accollo del mutuo può essere una buona soluzione per dimezzare il tasso del mutuo, ma è importante valutare attentamente tutti i pro e i contro prima di prendere una decisione.

In ogni caso, prima di accollarsi un mutuo, è importante richiedere una visura ipotecaria per verificare che non ci siano pendenze. È consigliabile farsi assistere da un consulente finanziario per valutare la convenienza dell’operazione ed infine importante leggere attentamente il contratto di accollo del mutuo prima di firmarlo.

Impostazioni privacy