Meteo, altro che bel tempo ovunque: arrivano temporali e nubifragi in queste zone

A differenza di come molti pensano, durante la prossima settimana sono in arrivo temporali e grandinate. Ecco dove accadrà.

Durante questi giorni stiamo assistendo a giornate molto calde e soleggiate, quindi immersi totalmente nel primo clima primaverile. Ma la situazione è destinata a cambiare in quanto questo caldo anomalo lascerà spazio ad una grandine molto grande.

Temporali e grandine in arrivo
In arrivo temporali arabonormannaunesco.it

Quindi bisognerà prestare attenzione a ciò che potrebbe accadere durante la prossima settimana. Sembra infatti che sul calendario sia da segnare una data ben precisa in cui assisteremo a questo cambio repentino con precipitazioni intense accompagnate anche da grandinate con chicchi molto grandi.

Le giornate soleggiate lasceranno il posto a grandinate e temporali intensi: ecco da quando

Insomma, queste giornate soleggiate che ci riportano a un clima primaverile e che spingono i molti ad uscire già con magliette a maniche corte, presto verrà sostituito da temporali con fenomeni di grandine con chicchi molto grandi.

Temporali e grandine in arrivo
Pioggia in arrivo – arabonormannaunesco.it

Due fenomeni che per molti non sono collegati tra loro anche se non è così. Infatti, secondo uno studio recente che si è basato sui dati delle condizioni climatiche del sud Europa, si è scoperto che dal 1979 ad oggi c’è stato un aumento dell’energia potenziale in gioco capace di dar vita a tempeste temporalesche improvvise e decisamente molto pericolose.

Il motivo di tale aumento deve essere ricercato nella presenza dell’anticiclone africano il quale va a determinare l’aumento delle temperature medie e quindi anche un’evaporazione maggiore dell’acqua del mare che si trasforma poi in carburante per tutti quegli eventi meteo pericolosi.

Tutto ciò causa un incremento delle precipitazioni convettive, portando con sé anche dei rischi molto grandi di nubifragi e grandine grossa. In poche parole è questo uno degli effetti causati dall’attuale cambiamento climatico. Infatti, da una parte assistiamo all’aumento del caldo mentre dall’altro c’è comunque un rischio molto elevato di temporali violenti che si presentano già in primavera senza dover quindi aspettare l’estate.

E così veniamo a conoscenza del fatto che dopo il caldo intenso di questo weekend, durante la prossima settimana si andrà a creare una configurazione sinottica molto pericolosa. Infatti, da una parte è presente il caldo anticiclone africano Narciso che spedirà in Italia le prime fiammate mentre dall’altra troviamo un flusso di corrente in ascesa provenienti dal Nord Atlantico che irromperà verso il Mediterraneo.

La data da segnare sul calendario è quella di martedì 9 e mercoledì 10 aprile, un fenomeno che si verificherà maggiormente nelle regioni del centro nord le quali corrono il rischio di trovarsi all’interno di una “zona di convergenza” dove vanno ad interagire queste figure metereologiche.

È proprio in questa zona che accadono i contrasti maggiori e pericolosi. Infatti, a causa di questo calore in eccesso, si potrebbe assistere anche ad una probabilità maggiore di eventi meteo estremi come grandinate e nubifragi.

Impostazioni privacy