Mal di schiena ricorrente, non è la postura ma una grave malattia: non ignorare i sintomi

Il mal di schiena è un problema comune, ma potenzialmente invalidante. Spesso non dipende da postura e traumi, ma da una malattia autoimmune

Il mal di schiena è uno dei disturbi più comuni nella vita di molte persone, rappresentando una delle principali cause di disabilità e assenza dal lavoro in tutto il mondo. Si tratta di un problema complesso e multifattoriale, che può avere diverse cause e manifestazioni, richiedendo un approccio olistico per la sua gestione e prevenzione. Oggi analizzeremo le cause di questo fastidio, che non sempre dipendono da traumi o dalla postura.

Mal di schiena, malattia
Il mal di schiena, disturbo comune, ma spesso invalidante – (arabonormmannaunesco.it)

Il mal di schiena può manifestarsi in varie forme, tra cui il dolore acuto o cronico, la rigidità, la sensazione di bruciore o di intorpidimento lungo la colonna vertebrale. Le cause possono essere molteplici, tra cui: lesioni muscolari o legamentose, ernia del disco, problemi posturali, sovrappeso e obesità, stress e tensione emotiva, patologie come l’artrite o l’osteoporosi.

L’impatto del mal di schiena sulla qualità della vita può essere significativo, limitando le attività quotidiane e compromettendo il benessere generale. In ambito lavorativo, il mal di schiena è una delle principali cause di assenteismo e disabilità, con conseguenti costi economici sia per i singoli individui che per la società nel suo complesso.

Il mal di schiena causato da una malattia autoimmune

La prevenzione riveste un ruolo fondamentale nella riduzione dell’incidenza e della gravità del mal di schiena. Adottare una corretta postura durante le attività quotidiane e lavorative, mantenere un peso corporeo sano, praticare regolarmente attività fisica e rafforzare i muscoli dorsali sono tutti comportamenti che possono contribuire a prevenire il mal di schiena. In altri casi, però, siamo di fronte a una malattia autoimmune contro cui c’è poco da fare.

Mal di schiena, malattia
Il mal di schiena può essere dovuto a una malattia autoimmune – (arabonormannaunesco.it)

Parliamo del Lupus Eritematoso Sistemico (LES), che può colpire diversi organi e tessuti del corpo, causando una vasta gamma di sintomi e problemi di salute. Questa condizione, spesso abbreviata in lupus, colpisce prevalentemente le donne in età fertile, anche se può interessare persone di qualsiasi età, sesso o etnia.

Il lupus è una malattia eterogenea, il che significa che i sintomi e i segni possono variare notevolmente da persona a persona e possono cambiare nel tempo. Alcuni dei sintomi più comuni del lupus includono: affaticamento, febbre, rash cutanei, spesso sensibili alla luce solare, ulcere orali, problemi renali, problemi cardiaci e vascolari, problemi neurologici, come mal di testa e confusione mentale. Ma anche dolore articolare e muscolare.

Le cause esatte del lupus non sono ancora completamente comprese, ma si ritiene che una combinazione di fattori genetici, ambientali e ormonali possa contribuire allo sviluppo della malattia. Alcuni dei fattori di rischio associati al lupus includono: esposizione a sostanze chimiche, infezioni virali, esposizione ai raggi ultravioletti, fumo di sigaretta, storia familiare di lupus o altre malattie autoimmuni.

La diagnosi del lupus può essere un processo complicato, poiché i sintomi possono imitare altre condizioni e possono variare notevolmente da persona a persona. Tuttavia, esami del sangue, analisi delle urine, biopsie cutanee e altri test possono essere utilizzati per confermare la diagnosi. Il trattamento del lupus è mirato a gestire i sintomi e a prevenire le complicazioni. Questo può includere l’uso di farmaci antinfiammatori, immunosoppressori, corticosteroidi e farmaci antimalarici. Inoltre, è importante adottare uno stile di vita sano, incluso un’alimentazione equilibrata, l’esercizio fisico regolare e il controllo dello stress.

Impostazioni privacy