Legge 104, sicuri di conoscere le nuove agevolazioni? Alcune sono pure cumulabili

Nel 2024 arrivano nuove agevolazioni relative alla Legge 104. Ecco come orientarsi nel mare magnum della normativa.

Le misure di sostegno destinate alle persone e alle famiglie che affrontano le sfide della disabilità hanno subito aggiornamenti e conferme significative nel 2024. Il panorama delle agevolazioni della Legge 104, dunque, si arricchisce di novità volte a fornire un supporto più incisivo e mirato alle diverse esigenze dei soggetti inclusi. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Legge 104, agevolazioni 2024
Legge 104: le novità per il 2024 – (arabonormannaunesco.it)

Con il temine “Legge 104” si intende la legge quadro risalente al febbraio del 1992 (Legge 5 febbraio 1992, n. 104 – testo in calce) emanata dal legislatore per dettare, all’interno dell’ordinamento, i principi generali inerenti “diritti, integrazione sociale e assistenza della persona handicappata”. Dunque, un vero e proprio pilastro del welfare italiano. Ecco le novità per questo 2024. 

Legge 104: le nuove agevolazioni

Assegno di inclusione 2024. In sostituzione del reddito di cittadinanza, l’Assegno di inclusione si configura come un fondamentale strumento di supporto economico mensile per i nuclei familiari in difficoltà economica, compresi quelli con almeno un membro disabile. L’importo dell’assegno varia in base all’ISEE, con la possibilità di ottenere ulteriori contributi per specifiche condizioni, come la presenza di persone disabili gravi. Tetto massimo di 6.000 euro all’anno. Per i disabili gravi o non autosufficienti, tale limite ISEE può anche arrivare a 7.560 euro all’anno.

Legge 104, agevolazioni 2024
Legge 104: le nuove agevolazioni – (arabonormannaunesco.it)

Indennità di accompagnamento. L’importo dell’assegno per l’indennità di accompagnamento nel 2024 è di 527,16 euro mensili. Questo beneficio è concesso, dunque, ai soggetti incapaci di muoversi o svolgere normali attività quotidiane senza l’assistenza di un accompagnatore. Una commissione medica dell’INPS certifica tale condizione.

Assegno unico universale. Le maggiorazioni dell’Assegno Unico Universale per famiglie con figli disabili o non autosufficienti sono state ricalcolate per il 2024, tenendo conto delle variazioni dell’indice del costo della vita. Maggiorazione mensile figli non autosufficienti: 119,60 euro; maggiorazione mensile figli con disabilità grave: 108,20 euro; maggiorazione mensile figli con disabilità media: 96,90 euro; maggiorazione mensile figli disabili 18-20 anni: 91,20; maggiorazione mensile figli disabili dai 21 anni in su: 28,50.

Fondo unico per l’inclusione. La nuova Legge di Bilancio ha introdotto il “Fondo unico per l’inclusione delle persone con disabilità”, unificando le risorse precedentemente allocate in fondi separati. Tutto, quindi, per garantire una gestione più efficace e integrata delle risorse destinate alle persone con disabilità.

Bonus barriere architettoniche. La versione 2024 del bonus si concentra esclusivamente sugli interventi diretti a migliorare l’accessibilità degli edifici esistenti, escludendo alcune tipologie di interventi rispetto alla versione precedente. Parliamo, quindi, di infissi, servizi igienici e rinnovazione degli impianti.

Agevolazioni sul lavoro. Sono previsti contributi per favorire l’occupazione giovanile tra le persone con disabilità e misure di sostegno per i lavoratori con disabilità o per coloro che hanno familiari con disabilità gravi. Per ciò che concerne il congedo straordinario, vi rimandiamo, però, alla comunicazione sul sito dell’INPS.

Spese mediche detraibili. Sono garantite agevolazioni fiscali del 19% su determinate spese mediche sostenute per persone con disabilità, senza rispettare la soglia applicabile agli altri contribuenti.

Acquisto dell’auto. Le agevolazioni per l’acquisto di auto per disabili includono detrazioni fiscali, riduzioni dell’IVA e esenzioni dal bollo e dal passaggio di proprietà.

Sostegno per lo sport. Vengono destinate risorse aggiuntive al “Fondo unico per il potenziamento dello sport italiano” per incentivare l’accesso allo sport per le persone con disabilità.

Agevolazioni per università. Le borse di studio ottenute dagli studenti universitari disabili nel 2024 saranno esentate dal computo del reddito per l’accesso ad altre prestazioni.

Inoltre, sono previste esenzioni dal canone RAI e dal pagamento del bollo auto per i disabili gravi, mentre gli invalidi civili possono beneficiare di pensioni di invalidità in base al grado di riduzione della capacità lavorativa.

Impostazioni privacy