Le 10 città italiane in cui sarai obbligato a pagare con la carta: è solo l’inizio

Quali sono i centri italiani dove l’uso delle carte elettroniche di pagamento diventerà obbligatorio? Ecco tutti i dettagli.

L’utilizzo dei pagamenti digitali in Italia è in costante aumento negli ultimi anni. Secondo i dati di Osservatorio Città Cashless 2023 di SumUpa, il valore delle spese effettuate con carte di credito, bancomat e altri strumenti elettronici ha raggiunto cifre astronomiche di miliardi di euro, pari a oltre  il 40% del totale dei pagamenti effettuati nel Paese.

Le città in cui si usa sempre più la carta di credito
Le città in cui il pagamento elettronico diventerà obbligatorio – arabonormannaunesco.it

I fattori che favoriscono questo trend sono senza dubbio da un lato la diffusione di nuove tecnologie, come i pagamenti contactless e quelli via app, che rendono le transazioni elettroniche più semplici e convenienti; dall’altro l’aumento della consapevolezza dei consumatori sui vantaggi dei pagamenti digitali, come la sicurezza e la tracciabilità.

Lo sviluppo dei pagamenti digitali in Italia: le città in cui si usa di più la carta

L’uso delle carte ha sicuramente dei benefici per i consumatori: benefici, tra cui la maggiore garanzia. Infatti i pagamenti elettronici sono più sicuri di quelli in contanti, in quanto riducono il rischio di frodi e furti. Inoltre sono tracciabili, il che rende più facile per le autorità finanziarie monitorare i flussi di denaro e prevenire il riciclaggio di quest’ultimo.

La diffusione dell'uso della carta elettronica in Italia
L’uso della carta nelle città italiane è ormai un’abitudine – arabonormannaunesco.it

Da valutare poi la maggiore flessibilità dei pagamenti elettronici: offrono una maggiore possibilità d’uso rispetto a quelli in contanti, in quanto possono essere effettuati 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Tutto ciò spiega perché nel corso del 2023 l’utilizzo della carta è aumentato del 35%, mentre lo scontrino medio cashless è calato dell’8,1%.

Significa che questa è usata sempre più anche per piccole spese. I dati indicano inoltre che nel futuro, entro un paio d’anni, le carte saranno preferite ai contanti come metodi di pagamento. La tendenza, iniziata con il boom durante la fase dell’epidemia di Covid, è orma non arrestabile e il loro utilizzo è sempre più un’abitudine per gli italiani.

Tra le città e i quartieri delle principali metropoli della Penisola dove le forme elettroniche di pagamento sono in crescita, con aumenti rispetto al 2022, si ricordano Roma Gianicolense; Venezia Mestre; Milano Calvairate; Bologna Porto-Saragozza; Milano Sempione, City Life, Pagano, Wagner; Palermo Brancaccio; Venezia Marghera.

Per quanto riguarda le province in cui si registrano gli aumenti maggiori ci sono Bolzano, Modena e Venezia. I settori dove l’uso delle transazioni elettroniche risulta maggiormente in crescita sono quelli dei professionisti. In particolare, un netto incremento è avvenuto tra gli agenti immobiliari e poi tra gli avvocati. Le transazioni senza contanti sembrano destinate a sostituire quelle in moneta in un futuro non troppo lontano.

Impostazioni privacy