La sua storia ha commosso l’Italia intera: oggi il drammatico epilogo che nessuno si aspettava

Si è conclusa in tragedia la storia del povero gattino Leone, che è riuscito a commuovere tutta Italia. Ecco che cosa gli è successo.

La storia che stiamo per raccontare non è adatta ai più sensibili, specialmente se amanti degli animali. Ciò che è stato fatto a questo povero gattino è davvero terrificante, un’azione perpetrata da una mente che non può che essere malata.

Il drammatico epilogo della storia del gatto Leone
Drammatico epilogo per il povero gattino (foto Facebook Canile di Cava De’ Tirreni) – Arabonormannaunesco.it

Tutta Italia ha conosciuto Leone, un gattino trovato soltanto quattro giorni fa e portato presso l’Ambulatorio Veterinario Asl di Cava de’Tirreni, un paese in provincia di Salerno. Il piccolo Leone è stato ritrovato in condizioni gravissime, scuoiato vivo quasi per intero; rimaneva su di lui solo la pelle delle zampine, della testa e della coda. Il resto dell’animale era una tavola di rosso e dolore.

Leone è stato subito soccorso dai volontari del Canile di Cava de’Tirreni, che hanno rimesso l’animale alle cure dei veterinari dell’Asl di Cava. I medici e i volontari hanno fatto tutto il possibile per alleviare il suo dolore e donargli un po’ di affetto, lo stesso che non ha ricevuto dal suo assalitore – o dai suoi assalitori – la cui identità rimane ancora ignota.

Non sono stati chiesti soldi per le sue cure, solo il materiale necessario per lenire le gravi ferite causate dall’uomo: garze sterili, fitostimolina e pomate. Sulla pagina Facebook del canile fanno infatti sapere che alcuni si sono anche approfittati della triste vicenda per organizzare raccolte fondi, soldi che sicuramente non sono stati utilizzati per le cure del micio.

Triste epilogo per Leone: ora si cerca il colpevole

Leone ha lottato, ma purtroppo non ce l’ha fatta e adesso si cercano i colpevoli. I volontari del canile hanno pubblicato tantissimi post su di lui, compresi tutti gli aggiornamenti in tempo reale sulle sue condizioni. Ieri sui social hanno fatto sapere che dopo quattro giorni di speranza il gattino non è riuscito a superare le sue gravissime condizioni ed è morto circondato dall’affetto dei veterinari e dei volontari, che subito si erano affezionati al gatto.

“Sei diventato il Leone di tutti, ti hanno amato, sostenuto, pensato ogni istante e pregato per te. Oggi sarà un giorno di grande dolore per chi ti ha amato. Il nostro Leone ci ha lasciato circondato fino alla fine da quell’amore che ha cercato in tutti i modi di combattere contro questo crimine senza precedenti”, scrivono su Facebook.

Il drammatico epilogo della storia
Leone è stato ritrovato scuoiato vivo (foto Facebook Canile di Cava De’ Tirreni) – Arabonormannaunesco.it

Sono migliaia gli italiani che hanno seguito la vicenda e che adesso chiedono che sia fatta giustizia per il povero gattino. In un ultimo post di poche ore fa, dal canile fanno sapere che il corpicino di Leone verrà trasferito per essere sottoposto all’esame autoptico dal dottor Luigi Toro, che raccoglierà quante più prove necessarie a stilare il fascicolo sul caso da presentare alla Procura.

Intanto l’associazione che lo ha soccorso ha anche indetto una ricompensa da 13mila euro a chi svelerà l’identità del colpevole. Una vera e propria taglia sulla sua testa, nella speranza che giustizia sia fatta per Leone.

Impostazioni privacy