Kate Middleton privata, la durissima regola che impone ai figli e che non possono infrangere mai

Kate Middleton e William sono considerati due genitori modello ma anche loro spesso impongono regole durissime, una in particolare.

Sposati nel 2011, William e Kate hanno dato alla luce tre bambini, nati rispettivamente nel 2013, nel 2015 e nel 2018. Per George, Charlotte e Louis, William e Kate hanno cercato in tutti i modi di essere genitori attivi ma soprattutto sempre presenti, nonostante gli impegni e le responsabilità sempre maggiori che i Principi hanno dovuto assumersi nel corso degli anni.

kate middleton durissima regola figli
William e Kate – Fonte IG @princeandprincessofwales – arabonormannaunesco.it

Sembra molto curioso, per esempio, che William e Kate facciano di tutto per accompagnare e andare a prendere ogni giorno i figli a scuola, compatibilmente con i propri impegni ufficiali. Anche se i bambini hanno una tata, i genitori si occupano di loro tutte le volte che possono e in un paio di occasioni hanno addirittura posticipato voli e spostato impegni diplomatici per assistere alla recite dei figli.

Gli attuali Principi di Galles sembrano quindi aver abbracciato completamente lo stile educativo di Lady Diana, la quale aveva sempre fatto in modo di essere il più vicina possibile ai propri figli, evitando che passassero troppo tempo con tate e camerieri. Una scelta molto diversa da quella che invece avevano fatto Elisabetta e Filippo: la Regina aveva sempre dato la precedenza ai suoi doveri nei confronti del Regno e della Corona e aveva finito per trascurare la cura dei propri figli, che a volte rimanevano senza vedere la madre anche per diversi mesi.

La regola d’oro di Kate: i figli non possono farlo

Nonostante il fatto che siano genitori moderni e quindi piuttosto permissivi, William e Kate hanno stabilito una regola fondamentale per i loro bambini e fanno in modo che venga sempre rispettata.

kate middleton durissima regola figli
William e Kate insieme ai bambini – Fonte IG @princeandprincessofwales – arabonormannaunesco.it

George, Charlotte e Louis non possono mai alzare la voce quando si trovano in casa e, in particolare, quando litigano tra loro. Nel momento in cui ci dovessero essere contrasti tra i piccoli di casa e uno di loro dovesse cominciare a fare i capricci o a urlare, William e Kate non rimproverano i loro figli. Al contrario, prendono il bambino che si sta comportando male e lo portano in un’altra stanza.

A quel punto lo fanno calmare e spiegano i motivi per cui non ci si comporta così e cercano di spingere il bambino ad esprimersi in maniera controllata e meno violenta. Si tratta di un passaggio educativo fondamentale per i bambini che un giorno saranno il futuro della famiglia reale inglese e dovranno quindi imparare a controllare perfettamente le proprie emozioni.

Impostazioni privacy