ISEE precompilato: il post dell’INPS che spiega come ottenerlo in modo veloce rimanendo a casa

L’INPS in un post spiega agli utenti come ottenere l’ISEE precompilato e procedere con il calcolo nel più breve tempo possibile. 

Per continuare ad ottenere bonus e agevolazioni occorre calcolare l’ISEE 2024. Dal 1° gennaio è possibile compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica accedendo all’Indicatore precompilato. Vediamo come procedere passo dopo passo.

INPS, come utilizzare l'ISEE precompilato
Come ottenere l’ISEE precompilato (Arabonormannaunesco.it)

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente serve per individuare la ricchezza di una famiglia e capire, così, a quali bonus accedere. L’ISEE ha validità annuale, ciò significa che lo scorso 31 dicembre 2023 è scaduto quello valido per lo scorso anno. Compito dei contribuenti è, ora, chiederne uno nuovo per poter continuare ad avere accesso alle agevolazioni. Serve l’ISEE, ad esempio, per ottenere il Supporto per la Formazione e il Lavoro oppure l’Assegno di Inclusione.

È necessario, poi, per ricevere il corretto importo spettante dell’Assegno Unico oppure del Bonus Asili Nido o del Bonus psicologo. Insomma, calcolare il prima possibile il valore ISEE 2024 è fondamentale. Prendere ora un appuntamento al CAF potrebbe significare dover attendere diverse settimane, dato che tutti i contribuenti si stanno riversando nei Centri di assistenza fiscale. Meglio, dunque, procedere in autonomia utilizzando l’ISEE precompilato messo a disposizione dall’INPS.

ISEE precompilato INPS, come sfruttare il servizio

In un post su X (ex Twitter) l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale informa i cittadini come la richiesta dell’ISEE possa avvenire in tempi brevi rimanendo a casa. Basterà entrare nel servizio INPS dedicato – ISEE precompilato – per inserire i dati della propria famiglia nella Dichiarazione Sostitutiva Unica e sottoscrivere il documento.

ISEE 2024 precompilato, come acquisirlo
La semplice compilazione dell’ISEE 2024 (Arabonormannaunesco.it)

Per accedere al servizio occorrerà essere in possesso delle credenziali digitali. Una volta dentro ci sarà un assistente virtuale pronto a dare supporto in ogni fase di compilazione e gestione della dichiarazione ISEE. La procedura inizia acquisendo la dichiarazione precompilata per poi consultarla con attenzione. Andrà verificata ogni voce e in caso di errori o mancanze sarà necessario correggere lo sbaglio, oppure aggiungere l’informazione.

La DSU precompilata contiene tutti i dati conosciuti dall’INPS. Il vantaggio per il cittadino è non dover cercare la documentazione riguardante la situazione reddituale e patrimoniale. In più, se si confermerà quanto indicato nel modello precompilato, si eviteranno eventuali segnalazioni di omissioni o difformità.

Durante la compilazione occorrerà auto-dichiarare la composizione del nucleo e altri dati che non sono disponibili negli archivi amministrativi. Una novità del 2024 è la possibilità per ogni componente maggiorenne del nucleo di accedere al sistema ISEE con la propria identità digitale per acquisire l’autorizzazione alla precompilazione dei dati. In alternativa sarà il dichiarante ad inserire le informazioni di delega e altri elementi per ogni componente maggiorenne.

Impostazioni privacy