Inizia come un banale mal di schiena, ma è il sintomo di un tumore molto grave: come riconoscerlo

Ci sono sintomi anche banali come un mal di schiena che non vanno mai sottovalutati perché possono essere il segnale di un tumore latente.

Non sempre le malattie gravi si manifestano con sintomatologia severa, talvolta appaiono proprio come condizioni banali che si possono rintracciare in casistiche comuni che appartengono alla vita di tutti i giorni. Questo spiega perché bisogna andare dal medico quando ci sono delle condizioni che sono poco chiare e soprattutto continue nel tempo.

banale mal di schiena sintomo tumore grave
Mal di schiena, il sintomo di un tumore grave (arabonormannaunesco.it)

Un mal di schiena che tende a non passare in un paio di giorni, un mal di denti insistente, il braccio che tira sono tutte situazioni comuni nella vita di tutti, a prescindere dall’età o dalla fisicità. Per questo motivo bisogna sempre fare attenzione perché quando il sintomo è banale viene talvolta sottovalutato.

Mal di schiena, il sintomo di un tumore grave

Nessuno potrebbe mai preoccuparsi al principio di un mal di schiena, forse uno dei sintomi più comuni per chiunque faccia un lavoro sedentario o molto attivo, per chi abbia bambini piccoli, svolga lavori domestici o si trovi a fare i conti con l’età. Qualcosa che abbraccia trasversalmente tutti e che, proprio per questo, tendenzialmente non è preoccupante. Nella maggior parte dei casi si assumono prodotti da banco e si procede senza problemi.

mal di schiena tumore
Mal di schiena, quando è sintomo di tumore (arabonormannaunesco.it)

Il mal di schiena però può essere il sintomo di un cancro e non solo di un tipo di tumore ma di una molteplicità di condizioni preoccupanti. In primo luogo è uno dei primi casi da rilevare quando si ha un problema alla schiena come l’osteoma osteoide, ma anche quando vi sono tumori aggressivi come l’osteosarcoma. Può essere anche manifestazione secondaria di un tumore che si è sviluppato con metastasi e quindi generato da altri tumori ad esempio ad organi attigui come i reni. Tumore alla prostata, al colon retto, alle ovaie, hanno tra i sintomi comuni il mal di schiena.

Questo vuol dire che quando si manifesta questo problema non si deve procedere con l’auto medicazione ma capire come si sviluppa e quanto dura. Se infatti non è passeggero, allora è fondamentale intervenire e andare dal medico per poter capire di cosa si tratta, fare tutte le indagini diagnostiche del caso e quindi ricevere la terapia più appropriata.  

In generale un dolore, seppur acuto, ha una tempistica variabile ma certa, non dura mesi in nessun caso. Di base se una condizione persiste oltre due settimane vuol dire che c’è bisogno di un consulto medico. Tuttavia se insorge improvvisamente, se non si sono compiuti sforzi anomali, se non ci sono pregressi di mal di schiena, allora sarebbe utile richiedere una visita a stretto giro dal proprio medico di base.

Impostazioni privacy