Il 2024 inizierà con un grande sciopero di medici ed infermieri: gli effetti su prestazioni ed interventi

Preoccupante sciopero in arrivo nel 2024. I protagonisti sono medici ed infermieri. Ecco tutte le motivazioni. 

Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) italiano è di nuovo sotto i riflettori, ma questa volta non per le virtù del sistema. Arriva infatti un’ondata di proteste che minacciano di scuotere le fondamenta della sanità pubblica nel paese. Medici, infermieri e altri professionisti della salute hanno annunciato un imponente sciopero di 48 ore che si terrà nel mese di gennaio 2024.

sciopero medici 2024
Arriva lo sciopero dei medici del 2024 – Arabonormannaunesco.it

A guidare la protesta sono i sindacati Anaao Assomed, Cimo-Fesmed e Nursing Up. Lamentano l’insufficiente finanziamento del SSN, sottolineando che i rinnovi contrattuali in scadenza sono ben al di sotto del tasso inflattivo. I sindacati denunciano che il vero finanziamento del SSN è di soli 800 milioni di euro. Questi soldi sono destinati, sottolineano, non a interventi strutturali, ma a iniziative di “propaganda” finalizzate a tranquillizzare i cittadini sull’impegno del governo nel risolvere i problemi.

Le motivazioni della protesta

Secondo i leader sindacali, i professionisti della salute sono i primi a sperimentare gli effetti distorsivi di un sistema che non è più in grado di garantire l’accesso alle cure. Sottolineano che la manovra economica per il 2024 rappresenta un altro colpo alla sanità pubblica e ai suoi professionisti, minando i principi fondamentali di salvaguardia della salute pubblica e del diritto alla tutela della salute.

La protesta, che coinvolgerà medici, infermieri e altri operatori sanitari, si pone l’obiettivo di richiamare l’attenzione sulla situazione critica del sistema sanitario italiano. I sindacati lamentano la fuga di medici, dirigenti sanitari, infermieri ed ostetriche verso gli ospedali di altri paesi europei, sottolineando che questa emorragia umana mette a rischio la sostenibilità stessa del SSN.

lo sciopero durerà 48 ore
I medici e gli infermieri sciopereranno per 48 ore – Arabonormannaunesco.it

“Siamo a un punto di non ritorno”, affermano i sindacati, enfatizzando la necessità di affrontare immediatamente le richieste dei professionisti della salute. La mancanza di investimenti nel sistema sanitario e nel suo capitale umano ha generato una crisi che si riflette in un aumento allarmante del numero di operatori sanitari che cercano opportunità al di fuori dell’Italia.

Le richieste dei sindacati vanno oltre la sfera economica, abbracciando anche la necessità di affrontare il degrado delle infrastrutture sanitarie. Il recente incendio all’ospedale di Tivoli ha sollevato questioni cruciali sulla manutenzione delle strutture ospedaliere, un problema che sembra essere stato trascurato per troppo tempo. I sindacati accusano la politica di non saper utilizzare adeguatamente i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per l’ammodernamento delle strutture sanitarie.

I leader sindacali concludono sottolineando la loro determinazione a uscire da un vicolo cieco in cui la politica li ha confinati per almeno due decenni. Con milioni di italiani che si affidano quotidianamente alla sanità pubblica, i sindacati sostengono che è giunto il momento di agire per garantire un futuro sostenibile per il sistema sanitario italiano.

Impostazioni privacy