Ictus cerebrale, c’è un modo per prevenire questa patologia spesso fatale: ecco cosa devi fare subito

Per prevenire l’ictus cerebrale ci sono delle condizioni specifiche a cui fare attenzione, questo può essere determinante per la vita.

Riconoscere i sintomi permette di approcciare subito alle cure più adeguate. Anche chiamare il 118 e richiedere un’unità speciale è essenziale. Quando la persona ne viene colpita ha in media tre o quattro ore per ricevere assistenza.

Ictus cerebrale prevenire patologia fatale
Ictus cerebrale, come prevenire la patologia (arabonormannaunesco.it) Foto: Editorially srl

In questo modo si evitano conseguenze importanti. Tutto dipende però dalla tipologia di ictus, le cause e quelle che sono le motivazioni che spingono l’organismo in questo punto. Una rottura di un vaso in una situazione emorragica talvolta può essere complessa.

Ictus cerebrale, come prevenire la patologia

L’ictus è un colpo improvviso, da cui appunto il nome. Si tratta della rottura improvvisa di un vaso e ad oggi è la terza causa di decesso in Italia. Può manifestarsi sia in forma emorragica con la rottura effettiva del vaso e conseguente rilascio di sangue nel cervello oppure come blocco improvviso del sangue e quindi del suo afflusso al cervello a causa di un trombo o di un coagulo.

ictus patologia fatale cosa devi fare subito
Cosa fare subito in caso di ictus (arabonormannaunesco.it) Fonte: Canva

Solitamente questa patologia viene resa possibile da una serie di condizioni fisiche, in particolare dalla presenza elevata di colesterolo nel sangue e quindi nella formazione di placche che ostruiscono il normale deflusso di sangue nell’organismo. Quando si genera il mancato passaggio di sangue si parla di ictus ischemico. Quando ciò avviene si crea un danno cerebrale severo che può portare compromissioni ai sensi e alle capacità.

Tra i sintomi vi sono la paresi facciale, il deficit motorio, difficoltà nel parlare o nel vedere bene. Possono comparire anche mal di testa, nausea, vomito. Ci sono però dei fattori di rischio che spesso vengono sottovalutati, delle condizioni che se analizzate in tempo utile si possono cambiare come fumo di sigaretta, sedentarietà, obesità, uso di stupefacenti, ipertensione, ipercolesterolemia, diabete, problemi cardiaci.

Lo stile di vita può influire molto sulle quelle che sono le basi che pongono la possibilità a questa patologia di subentrare. È importante sempre mantenere un peso adeguato, fare una vita sana ed equilibrata, non mangiare troppi grassi, non bere troppo, non fumare. Se ci sono altre condizioni come diabete e ipertensione vanno sempre tenute sotto controllo.

In caso di ictus sarà poi il medico a valutare le opzioni per una cura che possa aiutare la fluidità del sangue e quindi impedire un secondo episodio. Ci sono prodotti appositi dal momento che le ricadute non sono insolite. In caso di ostruzione è importante fare attenzione soprattutto alle carotidi che vengono liberate mediante intervento chirurgico.

Impostazioni privacy