I piatti puzzano anche dopo la lavastoviglie? Prova questo rimedio e saranno perfetti

Se anche dopo averli lavati in lavastoviglie i tuoi piatti puzzano, ti spieghiamo come fare per rimediare a questo problema!

Cucinare è una gioia, ma quando si tratta di lavare i piatti accumulati durante una serata con amici, la prospettiva può diventare meno allettante. La lavastoviglie è un elettrodomestico fondamentale che semplifica questa tediosa attività quotidiana, ma cosa fare quando i piatti, nonostante il lavaggio, emettono un fastidioso odore, spesso simile a quello dell’uovo?

come eliminare odore dai piatti
Si può eliminare l’odore sgradevole dai piatti lavati in lavastoviglie – Arabonormannaunesco.it

Questa situazione può essere causata da vari fattori, come la preparazione di pesce, pollo o uova, oppure potrebbe essere indicativo del bisogno di una pulizia più approfondita della lavastoviglie stessa. In questo articolo, esploreremo alcuni consigli per eliminare l’indesiderato odore persistente dai piatti lavati in lavastoviglie.

Come eliminare il cattivo odore dai piatti

Prima di tutto, prima di inserire i piatti nella lavastoviglie, è essenziale rimuovere eventuali residui di cibo. Questo non solo contribuisce a ottenere piatti più puliti alla fine del lavaggio, ma previene anche il rischio di occlusioni nel filtro e danni all’elettrodomestico. Inoltre, se i piatti lavati in lavastoviglie emanano un odore persistente, un rapido sciacquo con acqua fredda può essere d’aiuto. L’acqua fredda sembra essere più efficace nel neutralizzare l’odore di uovo rispetto a quella calda.

attenzione alla pulizia della lavastoviglie
Molto spesso l’odore sui piatti indica che la lavastoviglie deve essere pulita – Arabonormannaunesco.it

Un altro consiglio utile è evitare l’utilizzo di cicli di lavaggio brevi, specialmente con carichi significativi. Questi infatti potrebbero contribuire a un odore sgradevole sui piatti. Un lavaggio più lungo, con temperature medio-alte, è consigliato per garantire una pulizia accurata e prevenire aloni e residui di detersivo. Inoltre bisogna evitare di utilizzare una quantità eccessiva di detersivo, poiché un eccesso può causare la formazione di tracce sui piatti e bicchieri. In alternativa, è possibile preparare facilmente pastiglie per lavastoviglie fatte in casa, economiche e profumate.

L’aceto è un rimedio versatile per la pulizia della casa e può essere utilizzato anche per sbarazzarsi dell’odore persistente sui piatti. Le sue proprietà antibatteriche e sgrassanti aiutano a eliminare macchie e sporco, mentre la sua azione anti calcare è efficace. Basta aggiungere un po’ di aceto in ogni lavaggio o utilizzarlo in un lavaggio a vuoto per pulire la lavastoviglie stessa.

E non dimentichiamo che l’odore persistente può anche derivare dalla lavastoviglie stessa, accumulando cibo, calcare o residui di detersivo. Un lavaggio a vuoto con acido citrico, un potente detergente e anti-calcare, può risolvere il problema. Basta sciogliere 150 grammi di acido citrico in 1 litro d’acqua tiepida e avviare un lavaggio accurato ad alte temperature.

In conclusione, l’odore persistente sui piatti lavati in lavastoviglie può essere risolto seguendo questi utili consigli. La combinazione di pratiche di pulizia preventive, l’uso moderato del detersivo e rimedi naturali come l’aceto contribuiranno a garantire che i vostri piatti siano puliti e senza odori sgradevoli.

Impostazioni privacy