Harry e William, per i due fratelli è stato davvero complicato: lo hanno fatto per Carlo

Harry e William. Dopo 19 anni dal matrimonio del padre, Re Carlo III, emergono particolari inediti sul giorno del matrimonio con la consorte Camilla. Fu un giorno davvero complicato da gestire emozionalmente.

Lo scorso 9 aprile Re Carlo III d’Inghilterra e la Regina Camilla hanno festeggiato il loro 19esimo anniversario di matrimonio. La coppia si è sposata nel 2005. É lecito pensare che non si sia svolto in un clima di totale allegria.

harry william lo hanno fatto per carlo matrimonio
Re Carlo III e la Regina Camilla (Foto Ansa) Arabonormannaunesco.it

Ciò, ovviamente, deriva dal fatto che le condizioni di salute del sovrano non siano delle migliori. Buckingham Palace, infatti, ha rilasciato pochi mesi fa la notizia che stia affrontando la battaglia contro un tumore alla prostata. Inoltre, com’è noto, anche la nuora (la principessa del Galles, Kate Middleton) è attanagliata dalle preoccupazioni per un cancro che le è stato diagnosticato di recente.

A questi dolori, si aggiunge la permanente lontananza del principe Harry, fuggito negli Stati Uniti con la moglie Meghan Markle, e l’ombra degli scandali sessuali perpetrati dal principe Andrea. L’esperta di linguaggio del corpo Judi James ha analizzato alcune fotografie scattate durante il matrimonio di Carlo e Camilla presso la Cappella di San Giorgio, nel Castello di Windsor. I sentimenti dei principi William e Harry erano inequivocabili.

Re Carlo e Camilla: William e Harry apparivano turbati durante il giorno del matrimonio dei sovrani

Nella sua autobiografia dal titolo “Spare”, carica di informazioni sconvolgenti, Harry ha rivelato al mondo intero che sia lui che il fratello maggiore William implorarono Re Carlo III di non sposare Camilla. La storia c’insegna che le cose andarono diversamente.

Re Carlo e Camilla, William e Harry linguaggio del corpo
I principi William e Harry al matrimonio del padre Carlo con Camilla (Foto Ansa) Arabonormannaunesco.it

I principi “erano nervosi” mentre guardavano il padre prendere in moglie un’altra donna, l’eterna rivale della madre, la compianta principessa Diana. William e Harry all’epoca avevano rispettivamente 22 e 20 anni; “hanno dovuto scavare in profondità” durante l’occasione, sopprimendo molte emozioni negative.

Secondo Judi James, i fratelli si comportarono seguendo due atteggiamenti: o si lasciarono andare a manifestazioni eccessive o furono molto formali, seguendo una sorta di memoria muscolare. La prima servì a sfogare la tensione accumulata e l’aumento di adrenalina; la seconda gli consentì di entrare in modalità “pilota automatico”.

William e Harry stavano esprimendo “dolore condiviso” in quel momento, evidente soprattutto quando Carlo e Camilla hanno preso i voti. I loro volti denotavano preoccupazione. La lealtà verso la madre entrava in collisione con il desiderio di godere della felicità del proprio padre.

Impostazioni privacy